Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodities: il colpo grosso di Goldman
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/01/2021 18:00:00

“L’anno passato, con una volatilità senza precedenti, siamo stati a fianco dei nostri clienti creando mercati e fornendo soluzioni di liquidità, finanziamento e gestione del rischio” (dichiarazione rilasciata dalla portavoce di Goldman Maeve DuVally).



 

I traders di Goldman Sachs specializzati in materie prime hanno raddoppiato i ricavi, nel 2020, un altro segnale che evidenzia come Wall Street sia riuscita a massimizzare i profitti nonostante le oscillazioni del mercato siano diminuite.

L'attività di Goldman ha generato più di 2 miliardi di dollari di entrate per la sua migliore proiezione annuale in circa un decennio, un riscatto a dir poco necessario dopo anni trascorsi all’insegna di profitti talmente scarsi da mettere in dubbio il futuro dell’unità della banca dedicata alle materie prime.

Il risultato positivo è anche di buon auspicio per i rivali dell’istituto di credito soprattutto in vista dei report sugli utili che andranno a coprire uno degli ambienti di trading più redditizi nella storia delle banche (Jefferies Financial Group ha già rivelato un aumento del 67% dei ricavi netti per il suo anno fiscale terminato a novembre, aumentando le prospettive di performance simili altrove).

“L’anno passato, con una volatilità senza precedenti, siamo stati a fianco dei nostri clienti creando mercati e fornendo soluzioni di liquidità, finanziamento e gestione del rischio” (dichiarazione rilasciata dalla portavoce di Goldman Maeve DuVally).

Il denaro degli investimenti si sta riversando nelle materie prime dopo anni di stasi, e gli analisti di Goldman hanno esultato per gli afflussi, prevedendo un nuovo mercato rialzista delle materie prime in grado di competere con il boom guidato dalla Cina degli anni 2000 ed i picchi del prezzo del petrolio degli anni ’70.

La quota maggiore dei guadagni proveniva dal petrolio, che nel 2020 ha prodotto profitti stellari per i trader di Wall Street e non solo.

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli