Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Caffè: la prima previsione CONAB è all’insegna della forza



La Redazione Articolo pubblicato il 25/01/2023 12:00:00
“Negli ultimi cicli, le colture di caffè sono state danneggiate dagli effetti climatici, in particolare dal clima secco sotto l'influenza del fenomeno La Niña, e dalle gelate verificatesi nell'inverno del 2021, che hanno avuto un impatto negativo sulla produzione nel 2022”: questo il commento del sovrintendente agli studi di mercato e alla gestione delle offerte, Allan Silveira

 

La prima stima CONAB relativa al raccolto di caffè del Brasile nel 2023 indica una produzione pari a 59,4 milioni di sacchi, un volume superiore del 7% rispetto a quello messo a dimora nel 2022 (50,9 milioni di sacchi) nonostante l’ingresso delle piantagioni nel ciclo biennale negativo.

La superficie totale destinata alla coltivazione del caffè, che comprende le due specie più coltivate nel Paese (arabica e conilon), ammonta a 2,26 milioni di ettari, con un incremento dello 0,8% rispetto alla superficie del raccolto precedente, con 1,9 milioni di ettari destinati a colture in produzione e 355,5 mila ettari in formazione: “Vale la pena sottolineare che, nei cicli negativi, i produttori tendono a effettuare trattamenti colturali più intensi sulle colture, che entreranno in produzione solo nei prossimi anni - sottolinea il presidente di CONAB, Guilherme Ribeiro - negli ultimi raccolti, la stabilità nell'area del caffè brasiliana è stata controbilanciata da incrementi di produttività, rappresentati dal cambiamento tecnologico osservato nella produzione di caffè nel Paese”.

Per il caffè arabica, le prime stime CONAB indicano una ripresa della produzione nel Minas Gerais, principale stato caffeicolo del Paese, che ha un impatto positivo sul panorama nazionale nonostante alcune regioni risentano della biennale negativa: “In generale, si registra un aumento della superficie totale (in produzione) del Brasile rispetto al ciclo passato, nonché un aumento stimato della produttività media, trainato, in particolare, dalle rese medie attese a Minas Gerais, São Paulo e Paraná - spiega il vice sovrintendente all'Informazione Agricola, Rodrigo Souza - pertanto, l'aspettativa di produzione in questa prima rilevazione è di 37,43 milioni di sacchi di caffè Arabica lavorato, il 14,4% in più rispetto al volume ottenuto nel 2022”.

Grafico Caffè Arabica by Tradingview

Per quanto riguarda il caffè conilon, dopo un raccolto record nel 2022, le prospettive per la stagione in corso segnalano una certa riduzione del potenziale produttivo, in particolare a causa delle complicazioni climatiche registrate nell'Espírito Santo, principale stato produttivo della specie, che hanno fortemente impattato le colture nelle prime fasi del ciclo. "Anche con l'aumento della superficie coltivata, la stima della resa media dovrebbe subire un calo rispetto al raccolto precedente - rivela il responsabile del monitoraggio delle colture dell'azienda, Rafael Fogaça - e questo impatta di conseguenza sulla prospettiva della produzione totale, che è stimata, in questa prima rilevazione, in 17,51 milioni di sacchi di caffè conilon lavorato, il 3,8% in meno rispetto al volume nazionale ottenuto nel raccolto precedente”.

Nelle analisi del mercato del caffè effettuate da CONAB, il Brasile, primo produttore mondiale seguito da Vietnam e Colombia, ha esportato nel 2022 39,8 milioni di sacchi di caffè, il che rappresenta un calo del 6,3% rispetto al precedente anno. Tale calo delle esportazioni, secondo il Bollettino, deriva dalla flessione del cambio in Brasile e dalla riduzione dell'offerta interna nel periodo. Con il real più forte rispetto al dollaro nel 2022, l'interesse per le esportazioni di caffè ha perso forza rispetto all'anno precedente.

“Negli ultimi cicli, le colture di caffè sono state danneggiate dagli effetti climatici, in particolare dal clima secco sotto l'influenza del fenomeno La Niña, e dalle gelate verificatesi nell'inverno del 2021, che hanno avuto un impatto negativo sulla produzione nel 2022”: questo il commento del sovrintendente agli studi di mercato e alla gestione delle offerte, Allan Silveira. Le scorte limitate, influenzate da condizioni meteorologiche avverse che hanno limitato la produzione di caffè arabica nel 2021 e nel 2022, hanno inibito le esportazioni di caffè nel 2022.

Il caffè brasiliano è stato commerciato a livello internazionale con 145 paesi, con Stati Uniti e Germania come destinazioni principali.

 

Fonte CafePoint

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli