Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Speciale Cacao. Domanda troppo forte, l’Asia rimane indietro
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 29/05/2019 12:00:51
I maggiori produttori di Cacao dell’Asia non riescono a soddisfare la domanda di prodotto: questo è quello che sta succedendo…

 

La situazione della Malesia è sostanzialmente simile - se non peggiore… - e vede la produzione locale di Cacao attestarsi al di sotto delle 1000 tonnellate contro le 100000 tonnellate di vent’anni fa, con i coltivatori locali che hanno scelto di dedicarsi all’olio di palma che si presenta decisamente più redditizio.  La situazione in essere ha costretto le società di trasformazione operanti in loco a prevedere un trasferimento delle infrastrutture in corrispondenza delle aree di produzione connotate da resa maggiormente intensa come Africa e Sud America.

Tornando in Indonesia si nota una intensa attività del governo, che prevede di aumentare la produzione locale a 600000 tonnellate entro il 2024, un volume che sarebbe sostanzialmente in grado di soddisfare le esigenze locali (fonte Indonesian Cocoa Association).

Il piano messo a punto dal governo, spiega Jasman, vede il governo sostenere i coltivatori locali tramite la concessione di sussidi da impiegarsi nell’acquisto di fertilizzanti speciali e piantine di qualità superiore (Jasman prevede per quest’anno una produzione pari a 270000 tonnellate con un’elaborazione complessiva di 400000 tonnellate di prodotto).

Molti gli operatori di settore che hanno deciso di investire in Indonesia al fine di trarre profitto dalla forte domanda locale, e, tra questi, annoveriamo il colosso Olam International che ha acquisito BT Cocoa impegnando un capitale di 90 milioni di dollari; secondo le stime, entro il 2020 l’Asia si trasformerà nel maggior mercato globale di cacao in polvere.

Negli ultimi quattro anni il grinding (macinazione) di cacao nell’area asiatica ha subito un incremento del 25% ad un totale di 780000 tonnellate, con un +10% nel solo primo trimestre 2019 (fonte Cocoa Association of Asia).

 

Fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
Speciale Caffè: il surplus pesa sui prezzi, ma per quanto ancora?
Materie Prime
La Redazione 07/03/2019 12:00:22
Il prezzo del Caffè continua a scendere sotto il peso di ... leggi tutto
Speciale Mais e Soia: tragica la situazione negli Stati Uniti
Materie Prime
La Redazione 30/05/2019 11:30:35
Gli agricoltori statunitensi continuano a muoversi in un contesto particolarmente difficile ... leggi tutto
Caffè. Speciale Colombia: fermiamo questo disastro!
Materie Prime
La Redazione 29/08/2019 12:00:18
Appassionati di caffè di tutto il mondo unitevi ed aiutate i ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli