Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Quelli che scommettono su Caracas!
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/02/2020 08:00:00
Se elimini le esenzioni, non significa che la produzione di petrolio del Venezuela diminuisce e Maduro è fuori...

 

A complicare la situazione è il ripristino, da parte di Chevron, della produzione presso il sito di Petropiar - gestito in modo congiunto con PDVSA - un impianto che elabora il greggio ultra pesante prodotto nell’area in un petrolio pronto per l’esportazione verso le raffinerie.

Dopo essere stato posto più volte in stato di inattività nel 2019, questo sito produce attualmente 130000 barili di greggio e, sulla carta, il controllo totale sembrerebbe di PDVSA, ma Chevron ha contribuito in modo significativo a mantenere il flusso di oro nero ed alla riparazione delle infrastrutture destinate alle procedure di raffinazione.

Ray Fohr, portavoce di Chevron, sottolinea la conformità della major petrolifera alle leggi in vigore ed ha affermato che: “… PDVSA gestisce i processi di lavoro nell’area in cui si trova l’infrastruttura oggetto di discussione, compresi utilizzo del greggio, arresto ed eventuale riavvio degli impianti”.

Complessivamente, nel 2019, la produzione di Chevron è diminuita, rispetto al 2018, ed a questo proposito Fohr afferma: “Se Chevron dovesse essere costretta ad abbandonare il Venezuela, allora il vuoto sarà colmato da società non americane e la produzione continuerà ugualmente…”.

Concludendo, citiamo una considerazione di Raul Gallegos, Control Risks, che afferma: “Se elimini le esenzioni, non significa che la produzione di petrolio del Venezuela diminuisce e Maduro è fuori: la principale preoccupazione degli USA sono gli interessi delle compagnie petrolifere e l’accesso a questa importantissima risorsa”.


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli