Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 256
(Pag. 2)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 25/01/2021 07:12:31


Commodities: il punto della situazione 

 

Come potete facilmente intuire leggendo il capitolo dedicato alla “struttura del portafoglio”, da qualche settimana sono piuttosto scarico di posizioni in commodity, soprattutto se confrontiamo il posizionamento attuale con quello che ha caratterizzato il periodo compreso tra aprile e novembre del 2020. Il motivo principale è cercare di evitare contraccolpi che potrebbero derivare da una improvvisa giravolta dei mercati, in preda ad una esuberanza con pochi precedenti. In USA si utilizza il temine FOMO per descrivere la paura di restare fuori dal mercato e perdere guadagni molto importanti. Se si riesce a dominare questo sentimento, a mio avviso si è già a buon punto. Attualmente la mia esposizione in margini sui mercati è ridotta, non ho in portafoglio opzioni nude vendute e attendo con pazienza le occasioni giuste che, vi assicuro, non mancheranno nelle prossime settimane. Questo atteggiamento ha comunque consentito di portare a casa diverse operazioni consecutive in utile  nelle ultime otto settimane, gestendole con un rischio molto ridotto. 

I preziosi restano sotto la mia lente, vorrei vedere però prezzi più bassi su oro, argento e platino, per impostare operazioni rialziste. Se invece partisse una correzione vera sulle borse, un ottimo hedge sarebbe il long oro, short argento, da fare con gli ETF GLD ed SLV o prodotti equivalenti. 

 

Platino

 

Gold Silver Ratio

Le granaglie potrebbero aver iniziato una fase di inversione, dopo la lunghissima corsa rialzista degli ultimi mesi. I dati sull’export, più deboli del previsto e il miglioramento della situazione meteo in Sud America, hai portato gli speculatori e vendere un po’ posizioni in utile, facendo scendere un po’ i prezzi. Le probabilità tra il rialzo e il ribasso al momento restano al 50% a mio avviso, avremo le idee più chiare nei prossimi giorni.

 

Soia

 

Mais

  

Dalla Cina giunge notizia di una nuova influenza suina. Per ora la reazione sui mercati USA è stata rialzista, ma ricordo ciò che successe nel 2019, quando i cinesi furono costretti ad abbattere migliaia di capi negli allevamenti per un problema simile: inizialmente i prezzi in USA aumentarono, giungendo in area 100 usd, poi si verificò una rapida discesa, dovuta al fatto che i cinesi iniziarono ad importare carne di maiale da tutto il resto del mondo, ma non dagli Stati Uniti, dal momento che era in pieno svolgimento la guerra commerciale tra i due giganti economici. Oggi la presidenza degli USA è cambiata, ma gli analisti non credono che i rapporti miglioreranno in fretta, nonostante la Cina abbia ripreso ad importare a pieno regime dagli USA, negli ultimi mesi. 

 

Lean hogs

Tra le soft sono risultati migliori delle attese i dati della lavorazione di Cacao nel 4° trimestre del 2020, per gli USA (+7% contro il 2,1% atteso) e per l’Asia (+7,3%, contro il -4,2% atteso). Peggio del previsto invece l’Europa. Questi dati confermano che l’Asia può essere nuovamente protagonista e rilancia le attese di aumento dei prezzi per questa commodity nel medio periodo. E’ possibile lavorare il potenziale rialzo dei prezzi con un bull spread (ad esempio Call 2.550-2.750 maggio oppure con operazioni direzionali sui future. 

 

Cacao

Il caffè ha avuto una settimana interlocutoria ma resto positivo per le prossime settimane. In portafoglio ho un bull spread in opzioni scad maggio 2020. 

 

Caffè

Il Petrolio ha corretto un po’, rispetto ai massimi relativi raggiunti qualche giorno fa, ma resta sopravvalutato secondo la mia opinione. Continua invece la debolezza del Natural Gas, nonostante i buoni dati sulle scorte, che hanno mostrato una diminuzione degli stock maggiore delle attese. Si naviga a vista e non ci sono compratori al momento, in un mercato su cui si teme una nuova diminuzione della domanda e un eccessivo e troppo rapido aumento dell’offerta in USA, mentre il clima continua ad essere mite. L’elemento rialzista però è l’export, in aumento verso la Cina, che ha visto prezzi sui massimi nelle ultime due settimane a causa del rigido inverno che sta colpendo anche l’India e dell’importante trasformazione di infrastrutture per la produzione di energia elettrica, riconvertite al Gas Naturale. Potenzialmente quando i prezzi ripartiranno, il rialzo potrà essere importante a mio avviso.

 

Natural Gas

 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 253
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 04/01/2021 08:32:24
 E adesso, per i mercati, arriva una fase delicata. Se infatti ... leggi tutto
Commodity Report numero 254
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 11/01/2021 08:40:35
I riposizionamenti dei portafogli preannunciati la scorsa settimana sono partiti, ma ... leggi tutto
Commodity Report numero 255
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 18/01/2021 08:21:13
Il piano di produzione e distribuzione dei vaccini contro il Covid ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli