Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 13 maggio 2019
(Pag. 2)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 13/05/2019 11:48:35


Commodities: il punto della situazione 

La fase di mercato è di grande debolezza per quasi tutti i settori delle materie prime. I fondi hanno venduto aggressivamente soprattutto le agricole del settore granaglie e le vendite si sono accentuate dopo il report Usda del 10 maggio, in chiusura della settimana, con Corn e Soia a nuovi minimi, dopo i dati che hanno evidenziato il crollo dell’export verso la Cina e l’aumento delle scorte finali 2018-19 rispetto alle proiezioni. Per il Corn inoltre, le prime proiezione di scorte per il nuovo anno evidenziano la possibilità di un raccolto record. 

Corn

Grande debolezza tra le soft, soprattutto per il cotone e ancora una volta per il caffè, che però recupera quota 90 in chiusura di settimana. Recupera anche il succod’arancia dopo il test di quota 90 cts,

Resta elevato il fabbisogno di carne di maiale per la Cina e la domanda elevata potrebbe portare ad una nuova gamba rialzista per i futures sui Lean Hogs nelle prossime settimane, anche se gli operatori si mantengono prudenti proprio per questione dazi, per ora irrisolta.  

Maiali

Il settore dell’energia vede gli operatori sul Petrolio guardare agli indici azionari, a cui il greggio è molto correlato, soprattutto nelle fasi di correzione dei mercati. Ciò che emerge al momento però, è una maggiore forza relativa del Crudo rispetto all’S&P-500. 

Petrolio

Il Gas Naturale invece si mantiene sopra i recenti minimi relativi, ma il pericolo di indebolimento resta reale, in caso di mancato accordo tra USA e Cina, questione che, come si può facilmente notare, incide sulle quotazioni di tante commodities, coinvolte più o meno direttamente nelle questione geopolitica di contrasto tra i due maggiori protagonisti mondiali per quanto riguarda il commercio internazionale. 

Per il settore dei metalli, l’Oro chiude la settimana sopra quota 1280, dimostrando buona forza relativa rispetto all’indice generale, nonostante le notizie sulla drastica riduzione dei flussi dei privati sul metallo giallo nel primo trimestre dell’anno. Il rapporto tra Oro e Argento si mantiene vicino ai massimi assoluti, proprio perchè il silver patisce la sua correlazione con la domanda industriale, che viene messa in dubbio in questa fase di forti tensioni geopolitiche.  

Silver



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 25 marzo 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 25/03/2019 10:29:40
Nonostante l’iniziale risposta ampiamente positiva da parte di alcuni comparti delle ... leggi tutto
Commodity Report del 7 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 07/01/2019 10:30:58
L’attenzione degli operatori di mercato, in questa fase, è ormai concentrata ... leggi tutto
Commodity Report del 28 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 28/01/2019 11:17:15
Le questioni geopolitiche continuano a tenere banco nel panorama mondiale, condizionando ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli