Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Zucchero: prezzi in rialzo. Il Brasile passa all’Etanolo



La Redazione Articolo pubblicato il 11/10/2017 08:30:51
Nel corso della sessione di ieri i futures dello Zucchero hanno guadagnato terreno con i dati in arrivo dal Brasile che mostrano un innalzarsi dell’interesse verso la produzione di Etanolo che, in base ai prezzi correnti del dolcificante, pare essere più attraente rispetto allo Zucchero

 

Nel corso della sessione di ieri i futures dello Zucchero hanno guadagnato terreno con i dati in arrivo dal Brasile che mostrano un innalzarsi dell’interesse verso la produzione di Etanolo che, in base ai prezzi correnti del dolcificante, pare essere più attraente rispetto allo Zucchero.

Il contratto marzo 2018 termina gli scambi a quota 14,17 USd/lb in rialzo dell’1,21% (vedi grafico a seguire).

 

La comunicazione che ha ravvivato un mercato altrimenti piatto è stata diffusa dai tecnici di Unica Group e mostra una percentuale della Canna Da Zucchero destinata alla produzione di dolcificante pari al 46,5%, in calo dello 0,7% rispetto alla precedente rilevazione ed in calo del 3,6% su base annua (rilevazioni relative all’area Centro Sud del Brasile, responsabile del 90% circa della produzione di Zucchero del Brasile).

Insieme alle rilevazioni di Unica Group giungono anche i dati di S&P Global Platts che mostrano una concentrazione di Zuccheri nella Canna superiore alle attese di mercato a quota 159,3 Kg/ton (153,4 Kg/ton le attese di mercato, valori attuali superiori a quelli dell’anno passato per il 9,3%).

Il minor conferimento di Canna da Zucchero da destinarsi alla produzione di dolcificante ha determinato un output della seconda metà di settembre di 2,85 milioni di tonnellate (20000 tonnellate in meno rispetto alle attese di mercato).

 

In termini di volume di Canna lavorata il mercato si attendeva una rilevazione pari a 41,55 milioni di tonnellate, ma il calo è stato ben maggiore ed S&P Global Platts mostra una quantità di Canna lavorata pari a 40,31 milioni di tonnellate (-2,2 milioni di tonnellate su base annua e -5,6 milioni di tonnellate rispetto alla stima precedente).

Il declino nei volumi di Canna processati dai laboratori è avvenuto anche in presenza di un lento avvio del tradizionale periodo di chiusura di questi ultimi: da inizio mese solamente 8 mills hanno interrotto le attività contro i 18 dell’anno passato.

 

Fonte dati Agrimoney, Unica Group.  Ove non diversamente specificato i dati pubblicati sono relativi alla seconda metà di settembre.

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Speciale Zucchero: sarà la pecora nera del 2018?
Materie Prime
La Redazione 18/01/2018 05:30:26
Cosa accadrà nel 2018? Leggiamo cosa ne pensano i protagonisti del ... leggi tutto
Caffè e Zucchero: le proiezioni di Rabobank
Materie Prime
La Redazione 01/02/2018 19:30:43
Gli analisti di Rabobank si mostrano decisamente pessimisti a proposito del ... leggi tutto
Caffè: Commerzbank ottimista per il 2018. Male Cacao e Zucchero
Materie Prime
La Redazione 22/02/2018 12:00:12
Secondo gli analisti di Commerzbank nel 2018 assisteremo ad un recupero ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli