Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Zucchero: l’India mette a rischio la domanda globale



La Redazione Articolo pubblicato il 30/04/2021 15:00:00
Nei giorni passati si vociferava di un possibile aumento delle quote destinate all’export, ma gli analisti riferiscono che si tratta di una possibilità remota in quanto il governo non avrebbe fondi sufficienti a finanziare l’operazione.

 

L'impennata della pandemia covid-19 in India, uno dei principali paesi produttori e consumatori di zucchero nel mondo, potrebbe influenzare la domanda locale del dolcificante: la situazione è attentamente monitorata da analisti ed operatori di settore, che temono un espandersi della crisi al mercato internazionale.

“Se le restrizioni persisteranno a lungo influenzeranno sicuramente il consumo di zucchero e la domanda industriale potrebbe risentirne - spiegano i tecnici di Archer Consulting - terremo gli occhi aperti nei mesi di maggio e giugno, quando la richiesta di bibite e gelati sarà massima, anche se per ora, a fine aprile, non è presente un impatto reale sul lato della domanda”.

Michael McDougall, analista presso Paragon Global Markets, ha affermato che i consumi nel Paese asiatico dovrebbero risentirne, e ricorda che i cambiamenti nella domanda generalmente richiedono più tempo per essere notati: "Le aziende che consumano zucchero hanno delle scorte, quindi ci vuole sempre un po’ prima che ci sia una statistica di consumo affidabile, tuttavia, si prevede che il consumo durante le manifestazioni locali sarà danneggiato”.

Grafico Zucchero by Tradingview

Dal lato dell'offerta (l’India è, insieme al Brasile, il maggior produttore mondiale di zucchero), ci sono ancora pochi segnali di gravi effetti della pandemia: "In termini di logistica, lo zucchero è tra le materie prime essenziali, quindi si muoverà”, spiegano i tecnici di Archer Consulting, parole condivise McDougall il quale afferma ci non aver ricevuto segnalazioni in merito a problemi logistici su vasta scala.

Con il clima secco nel Centro-Sud del Brasile e la possibilità di tagli nella stima della produzione della regione, il mondo potrebbe dipendere maggiormente dall'offerta indiana. Il sussidio del governo indiano per le esportazioni in questa stagione è di 6 milioni di tonnellate e, secondo l'Indian Sugar Mills Association, 2,97 milioni di tonnellate erano già state spedite tra ottobre 2020 e marzo 2021.

La quota limitata di sussidi può ostacolare le esportazioni del Paese: "Ciò che smettono di consumare non dovrebbe essere esportato, perché le esportazioni sono limitate a 6 milioni di tonnellate - afferma McDougall - In questo caso, i prezzi internazionali dovrebbero continuare a salire fino a quando le esportazioni indiane, dove i costi di produzione sono più alti che in Brasile, saranno redditizie”.

Nei giorni passati si vociferava di un possibile aumento delle quote destinate all’export, ma gli analisti riferiscono che si tratta di una possibilità remota in quanto il governo non avrebbe fondi sufficienti a finanziare l’operazione.

 

Fonte NovaCana

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli