Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Venezuela: il blackout colpisce le esportazioni di Petrolio
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/03/2019 11:30:06
Il blackout in Venezuela colpisce le esportazioni di greggio e la calma di pochi giorni fa sta lasciando il posto al caos

 

Nella giornata di ieri buona parte del Venezuela, incluse alcune zone di Caracas, risultavano ancora prive di energia elettrica: le esportazioni di Petrolio risentono di quanto sta accadendo e la calma di pochi giorni fa sta lasciando il posto al caos con la popolazione che fatica a reperire acqua e cibo.

Nicolas Maduro appare alle corde e, dopo aver sottolineato nuovamente come ritenga gli Stati Uniti responsabili di quello che definisce un vero e proprio atto di sabotaggio, ha ordinato il protrarsi della sospensione delle attività lavorative e scolastiche.

Ad essere colpite sono anche le esportazioni di greggio, con le operazioni nel terminal di Jose che risultano paralizzate dall’assenza di energia elettrica.

Il mondo politico venezuelano è letteralmente in fermento, con il congresso, controllato dall’opposizione, che ha indetto una sessione di emergenza al fine di definire la situazione attuale di cui sarebbe direttamente responsabile la negligenza dell’amministrazione Maduro.

Il governo di Nicolas Maduro è stato letteralmente sfidato dal leader del congresso Juan Guaido che, nel mese di gennaio, si è appellato alla costituzione al fine di prendere il potere assumendo la presidenza e dichiarando le elezioni del 2018 una vera e propria frode nei confronti del popolo venezuelano.  Attualmente il ruolo di Guaido come presidente del Venezuela è stato riconosciuto dalla maggior parte delle nazioni occidentali, Stati Uniti compresi, ma Nicolas Maduro mantiene il controllo delle forze armate e delle istituzioni statali.

Il blackout, iniziato nella giornata di giovedì 7 marzo 2019, non fa altro che aumentare i disagi di cui è oggetto il popolo del Venezuela, che già fatica a reperire cibo ed altri beni di prima necessità a causa della terribile crisi economica in cui versa la nazione.  Il cibo marcisce nei frigoriferi e gli ospedali non riescono a mantenere in funzione le attrezzature e la gente si riversa nelle strade al fine di tentare di ottenere un segnale telefonico in grado di consentire loro di contattare i familiari residenti in aree lontane; difficile reperire anche l’acqua, che, nella maggior parte dei casi, viene attinta dai torrenti che scendono dalle montagne vicine alla capitale.

“Stiamo impazzendo: il governo non vuole riconoscere che quanto sta accadendo è una sua responsabilità derivante da anni di mancate manutenzioni”: questo è quanto dichiara una cittadina residente a Caracas ai giornalisti di Reuters, riferendosi ai malfunzionamenti - per usare un eufemismo - della diga di Guri, nel sud del Venezuela.

La rete elettrica venezuelana ha sofferto per anni a causa di investimenti carenti e mancanza di manutenzione.  Le restrizioni sulle importazioni hanno il loro peso in questo contesto, poiché impediscono il reperimento di pezzi di ricambio ed attrezzature specifiche.

 

A seguire - Difficile porre rimedio alla situazione



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio, Venezuela: PDVSA torna a mercato, ma…
Materie Prime
La Redazione 25/01/2019 12:00:34
La controllata statale venezuelana PDVSA torna a piazzare greggio a mercato, ... leggi tutto
Petrolio: un disastro chiamato Venezuela
Materie Prime
La Redazione 22/05/2019 08:00:18
La produzione di Petrolio del Venezuela è in caduta libera, ed ... leggi tutto
Petrolio, Venezuela: arrivano le sanzioni USA, prezzi in recupero
Materie Prime
La Redazione 29/01/2019 18:00:30
I prezzi del Petrolio si mostrano in lieve rialzo dopo l’applicazione, ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli