Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Speciale Criptovalute: la confessione di chi ha sempre dubitato…
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 06/10/2019 10:00:01
“Mai come ora si è sentito il bisogno di un sistema di valute non sovrane”: questa è la confessione di chi ne ha sempre dubitato…

 

In molti, all’inizio del 2018, deridevano le criptovalute, e, ad onor del vero, i motivi sembravano esserci tutti, e per giunta validi: c’erano i chiari segnali di una bolla, una frenesia speculativa senza pari ed una marea di investitori privi - o quasi - di qualsiasi conoscenza tecnica che si ammassavano nel mercato.   All’epoca sembravano un qualcosa da cui star lontani, ma ora non più: mai come ora si è sentito il bisogno di di valute non sovrane e di una riserba di valore in grado di essere custodita al di fuori del sistema finanziario tradizionale.

È vero, il Bitcoin non si comporta esattamente come una valuta: sono poche le cose che si possono comprare con esso, ed i suoi sostenitori intendono acquistarlo con un solo fine, ossia mantenerlo per sempre… “Per sempre”: obiettivamente non ha molto senso, in fin dei conti i suoi sostenitori più accaniti prevedono un mondo privo di contante dove la criptovaluta sarà l’unico mezzo per poter completare qualsiasi tipo di transazione, ed altrettanto vero è che si propone come un asset estremamente volatile, ma questa potrebbe essere una sua peculiarità, e non un “bug”…

Grafico Bitcoin by Tradingview

A parlare è Jared Dillian, editor e publisher di The Daily Dirtnap, che, in questo caso, esprime la sua opinione di ex scettico sulle criptovalute dalle colonne di Bloomberg spiegando che le valute tradizionali si presentano i un momento di estrema fragilità: nessun politico statunitense sta parlando chiaramente della necessità di ridurre quelli che stanno divenendo dei deficit di bilancio molto grandi, con la possibilità che possano essere finanziati solo direttamente dalle banche centrali: tutto questo è noto come Modern Monetary Theory, ovvero la possibilità di “stampare” tutta la liquidità di cui un governo ha bisogno per finanziare le sue spese.

Con il Bitcoin le cose cambiano: i governi possono stampare valute, ma non Bitcoin… Il Bitcoin può essere “minato”, è vero, ma non ne rimangono poi troppi da “estrarre”… E l’oro? I governi non possono nemmeno stampare oro, ma è plausibile credere che si possano trovare nuovi giacimenti.  

Dalla crisi finanziaria ad oggi i dollari in circolazione sono raddoppiati, ma non vi è traccia di inflazione: quello che preoccupa è la deflazione! 

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli