Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Speciale Caffè: il 2018 sarà l’anno dei tori?
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 11/01/2018 03:00:20

Ora è il momento del 2018: i prezzi continueranno a calare o sarà l’anno dei tori? Leggiamo le previsioni dei maggiori protagonisti del mercato.



 

Nel 2017 i prezzi del Caffè non hanno certo regalato grosse soddisfazioni agli investitori e questo nonostante i dati in arrivo da Brasile e Vietnam mostrassero chiaramente la presenza di una condizione di mercato all’insegna del deficit che è stata tuttavia attenuata dal forte accumulo di prodotto a magazzino da parte dei paesi importatori.

A peggiorare la situazione sono anche le proiezioni sulla produzione dei due paesi succitati con le stime sul Vietnam che, presentando la possibilità di un netto recupero produttivo, hanno contribuito a causare un vero e proprio crollo dei prezzi del Caffè Robusta (-21%).

Più contenuto il declino della varietà Arabica (-7,9%) anche se il raccolto del Brasile si prevede decisamente florido.

Ora è il momento del 2018: i prezzi continueranno a calare o sarà l’anno dei tori? Leggiamo le previsioni dei maggiori protagonisti del mercato.

 

ABN Amro

“Il prezzo del Robusta si è mostrato depresso a causa del buon raccolto del Vietnam, con i coltivatori che hanno goduto di condizioni climatiche favorevoli ed esportazioni toniche.  Meno positivi i dati del Brasile, con l’export che si propone sottotono.  La stagione 2017 - 2018, che si concluderà a giugno, è connotata da un ciclo off, ovvero da un ciclo produttivo contraddistinto da un output ridotto che si presenterà a mercato insieme ad un aumento della domanda.  La diretta conseguenza di questa condizione di mercato sarà un aumento delle quotazioni che, tuttavia, si mostrerà limitato in quanto la stagione 2018 - 2019 sarà connotata da un ciclo on e tutti i segnali lasciano intendere che il raccolto brasiliano sarà decisamente florido”.

 

Cepea

“Lo sviluppo del raccolto brasiliano della stagione 2018 - 2019 sarà accompagnato da un clima favorevole ed entrando in un ciclo on ci si può attendere un raccolto in linea, se non superiore, a quello della stagione 2016 - 2017: in un contesto simile i prezzi potrebbero rimanere sotto pressione.  Attualmente non vi sono stime ufficiali, ma si presume che il raccolto potrebbe superare i 53,1 milioni di bags previsti dal Conab per la stagione 2016 - 2017.  In riferimento alla varietà Arabica si nota come le piogge del mese di ottobre abbiano contribuito a dissipare i timori relativi ad una compromissione della fioritura settembrina, mentre per quanto concerne il Robusta si nota un netto recupero delle piantagioni dello stato di Espirito Santo, maggior produttore del Brasile”.

 

Citigroup

“Le previsioni per la produzione globale della stagione 2017 - 2018 sono per un totale di 152,5 milioni di bags (-1,4 milioni di bags su base annua con la maggior parte del calo produttivo del Brasile compensato dalla produzione vietnamita).  Il rapporto tra Arabica e Robusta è atteso in lieve rialzo rispetto all’anno passato, nell’ordine del 60% - 40% in un contesto connotato da una crescita della richiesta stabile tra l’1,3% e l’1,5% su base annua.  Se il clima in Brasile si mostrerà favorevole potremmo assistere ad un declino del deficit produttivo globale e, al contrario, sarà possibile entrare in una fase di surplus.  Per quanto concerne la stagione 2017 - 2018 ci attendiamo un deficit di circa 3,6 milioni di bags, ragion per cui, in relazione al 2018. prevediamo prezzi stabili se non in crescita.  A breve termine le piogge potrebbero rallentare l’offerta in arrivo da Vietnam e Colombia e questo ci fa propendere per un recupero delle quotazioni nel primo trimestre 2018.  Le proiezioni di prezzo medie per il 2018 sono pari a 135 USd/lb”.

 

A seguire - Commerzbank, Goldman, SocGen e Rabobank



Potrebbero interessarti anche...
Speciale Zucchero: sarà la pecora nera del 2018?
Materie Prime
La Redazione 18/01/2018 05:30:26
Cosa accadrà nel 2018? Leggiamo cosa ne pensano i protagonisti del ... leggi tutto
Speciale USDA: il Frumento crolla, ma la Soia fa felice i Tori
Materie Prime
La Redazione 15/01/2018 03:00:33
Nella sessione di venerdì 12 gennaio 2017 il Dipartimento dell’Agricoltura degli ... leggi tutto
Speciale Cacao: nel 2018 vinceranno i tori?
Materie Prime
La Redazione 08/01/2018 07:00:16
Nel 2018 i Cocoa Bulls saranno addolciti da prezzi in crescita? ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli