Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Soia, Cina: questo è quello che è successo realmente!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 15/02/2019 18:00:45
I commercianti di Soia si scrollano di dosso la delusione per la cancellazione degli ordini da parte della Cina

 

In un recente tweet l’economista di INTL FCStone Arlan Suderman ha spiegato molto bene quanto accaduto nella sessione di giovedì, quando la Cina ha cancellato una serie di ordini di Soia statunitense: a seguire quanto affermato da Suderman

Il mercato, in prima battuta, ha identificato quanto successo come un segnale negativo, una sorta di ripensamento, da parte di Pechino, in merito agli impegni presi in precedenza con gli Stati Uniti, ma nella sessione odierna tali timori sembrano far parte del passato, con le quotazioni del prodotto che si mostrano in lieve recupero

Grafico Soia by Tradingview

Ripercorrendo brevemente quanto accaduto nei mesi passati, ricordiamo che dalla metà del 2018 la Cina, primo acquirente di Soia al mondo, ha ridotto pesantemente gli acquisti dagli Stati Uniti con Pechino che ha tassato del 25% il prodotto USA a seguito della guerra commerciale con Washington, ma, nel corso del recente G20, è stata siglata una tregua tra le due superpotenze con il gigante asiatico che ha ripreso, seppur senza particolare veemenza, gli acquisti dall’America.

Nella giornata di giovedì, tuttavia, il report settimanale sulle esportazioni diffuso dall’USDA ha mostrato come un buon numero di ordini sia stato cancellato, anche se i commercianti cinesi si sono affrettati a precisare che le cancellazioni sono avvenute prima della stipulazione della tregua tra Pechino e Washington, asserendo che si tratta semplicemente di ordini annullati da frantoi privati (i commercianti in oggetto affermano di essersi assicurati che non fossero stati annullati gli ordini delle controllate statali).

I volumi cancellati ammontano ad 807000 tonnellate con destinazione Pechino ed altre 444000 tonnellate con destinazione sconosciuta (tra cui potrebbe essere presente anche la Cina).

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Brasile: in pericolo i raccolti di Soia e Canna da Zucchero
Materie Prime
La Redazione 04/01/2019 15:00:53
Le condizioni meteo avverse che si vanno palesando in Brasile stanno ... leggi tutto
Mais: negli USA si passa alla Soia?
Materie Prime
La Redazione 29/04/2019 10:00:20
Alcuni coltivatori statunitensi potrebbero scegliere di abbandonare le semine di Mais ... leggi tutto
WASDE Report: in forte aumento la fornitura di Soia, crolla la superficie del Frumento
Materie Prime
La Redazione 11/02/2019 12:00:56
La fornitura di Soia statunitense si attesta a livelli da vero ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli