Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio e tagli alla produzione: OPEC al lavoro, ma la Russia resiste!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 04/12/2018 18:00:42
L’OPEC lavora per raggiungere un accordo sui tagli alla produzione, ma Mosca resiste…

 

OPEC e produttori alleati stanno lavorando per raggiungere entro questa settimana un accordo che consenta di ridurre la produzione di Petrolio di almeno 1,3 milioni di barili giornalieri, ma, in questo contesto, la resistenza della Russia si propone come il principale ostacolo da superare per acquisire il tanto ambizioso risultato.

I produttori OPEC si riuniranno in quel di Vienna nella giornata di giovedì 6 dicembre, mentre incontreranno i loro alleati esterni al Gruppo nella giornata successiva: durante il meeting verrà esaminata la situazione del mercato, con i prezzi del barile in forte ribasso a seguito della debolezza dell’economia globale e del possibile palesarsi di un nuovo eccesso di offerta attribuibile in buona parte all’incremento della produzione statunitense.

Grafico Reuters

L’Arabia Saudita invoca ormai da tempo un intervento incisivo sulla produzione, ma in questo senso sono notevoli le pressioni in senso opposto in arrivo da Washington, con il presidente Donald Trump che aspira a prezzi contenuti del Petrolio al fine di sostenere l’economia globale; a complicare la situazione è la forte intesa tra Riyadh e Washington, con la seconda che sostiene la prima anche nella diatriba riguardante l’omicidio del giornalista Jamal Kashoggi.

Alcune fonti, interne ed esterne al Cartello, sostengono che i colloqui si sono svolti in un clima particolarmente teso, con la Russia che si propone come il classico ago della bilancia.

“La Russia sta giocando duro”: questo il commento di una delle fonti interpellate dai giornalisti di Reuters a cui fa eco quello di un’altra risorsa interna all’OPEC che dichiara senza mezzi termini: “I sauditi stanno lavorando alacremente per tagliare la produzione, ma se la Russia non taglia, allora non tagliamo nemmeno noi”.

Grafico Brent by Tradingview

I ministri dell’energia dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti, rispettivamente Khaled Al Falih e Suhail bin Mohammed al-Mazroui, hanno dichiarato oggi che esiste una vera e propria necessità di adeguare la produzione mondiale di Petrolio, ma che è un intervento possibile solamente con la partecipazione di tutti i produttori.

 

A seguire - Evitare danni!


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli