Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: la IEA prevede un aumento della capacità inutilizzata della coalizione



La Redazione Articolo pubblicato il 15/06/2021 18:00:00
“Nei prossimi mesi la pressione sul gruppo affinché venga ripristinata ulteriore produzione è destinata ad aumentare, in particolare se il contesto di prezzo rimarrà invariato” (dichiarazione rilasciata dai tecnici di ING).

 

La International Energy Agency (IEA) prevede che la capacità inutilizzata della OPEC+ aumenterà di 180000 barili giornalieri, nel 2022, ad un totale di 50,55 milioni di barili giornalieri, un evento indotto dall’aumento dell’output dei produttori del Medio Oriente.

“Ci attendiamo che Arabia Saudita e Kuwait continuino ad aumentare la produzione nella zona neutrale condivisa, mentre gli Emirati Arabi Uniti aumentano la capacità nel campo di Upper Zakum e l’Iraq farà lo stesso nei grandi giacimenti nel sud del paese” (dichiarazione rilasciata dalla IEA al termine della passata settimana).

Grafico Reuters

I membri della coalizione OPEC+ non citati in precedenza dovrebbero, nella maggior parte dei casi, mantenere la produzione stabile nel corso del 2022, mentre l’output dovrebbe rivelarsi in calo presso alcuni produttori dell’Africa occidentale.

Grafico Reuters

I tecnici IEA stimano che, nel 2022, la produzione di petrolio della OPEC+ aumenterà a 43,3 milioni di barili giornalieri (1,2 in più rispetto al volume attuale) anche se non si esclude un picco a 44 milioni.

"La capacità inutilizzata effettiva dell'OPEC+ (escluso il greggio iraniano offline) nel 2021 scenderebbe a 5 milioni di barili al giorno, nel quarto trimestre, ma nel 2022 potrebbe attestarsi a 5,1 milioni di barili al giorno, date le espansioni di capacità pianificate” (dichiarazione rilasciata dalla IEA al termine della passata settimana).

L'OPEC+ ha concordato ad aprile di allentare gradualmente i tagli alla produzione di petrolio, da maggio a luglio, di 2,1 milioni di barili giornalieri ed ha confermato la decisione nella meeting del 1° giugno, lasciando i tagli alla produzione a quota 5,8 milioni di barili giornalieri.

Nei prossimi mesi la pressione sul gruppo affinché venga ripristinata ulteriore produzione è destinata ad aumentare, in particolare se il contesto di prezzo rimarrà invariato” (dichiarazione rilasciata dai tecnici di ING).

Al termine della passata ottava il Brent scambiava a ridosso dei 73 dollari per barile in crescita da ormai tre settimane grazie al recupero della domanda.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli