Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: la Cina dice Long, ma…
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 04/11/2019 08:00:27
I prezzi del petrolio terminano la passata ottava con il maggior rialzo in sei settimane sulla scia delle news in arrivo dalla Cina, ma…

 

Nella passata ottava i prezzi del greggio sono diminuiti di quasi un punto percentuale, ma la chiusura di venerdì 1 novembre 2019 ci propone un WTI in gran spolvero che mette in scena il maggior rialzo giornaliero in sei settimane: a determinare questa evoluzione dei prezzi sono i dati relativi al mercato del lavoro statunitense e quelli in arrivo dalla Cina in relazione al settore manifatturiero; si tratta di news senza dubbio positive, ma la guerra commerciale tra Washington e Pechino è uno spettro che ancora si abbatte sui mercati, determinando la presenza di una notevole incertezza che contribuisce a mantenere una certa pressione sui prezzi del greggio o, quantomeno, ne limita gli exploit rialzisti.

Nella sessione di venerdì 1 novembre 2019, i prezzi del petrolio hanno posto fine agli scambi con un rialzo di oltre il 3,7% a quota 56,2 dollari per barile e, come abbiamo visto, parte di questa ottima performance è direttamente imputabile ai dati USA sul mercato del lavoro, che evidenziano un buon tasso di occupazione, ed ai dati in arrivo dalla Cina, che mostrano nuovi ordini di produzione in crescita al ritmo più rapido in sei anni; a contenere il rialzo sono, invece, i persistenti timori relativi ad un eccessivo rallentare dell’economia globale, le scorte di greggio che continuano a mostrarsi abbondanti e l’altalenante progredire dei colloqui commerciali tra Washington e Pechino.

Grafico WTI by Tradingview

“L’elemento principale sono le buone notizie economiche - spiega Michael Lynch, presidente di Strategic Energy & Economic Research - ma siamo ancora in una situazione che vede troppo petrolio a mercato in un contesto connotato da una possibile crisi economica nei sei mesi a venire, e questo intimorisce gli investitori”.

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli