Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio, Iran: necessario meeting OPEC straordinario
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 09/08/2018 10:00:40
La situazione del mercato del greggio rende necessario un meeting OPEC straordinario: questo è quanto afferma il ministro del Petrolio dell’Iran

 

Il ministro del Petrolio iraniano Bijan Zanganeh non ha dubbi: la situazione del mercato e quella interna al Cartello potrebbe presto rendere necessario un meeting straordinario del Gruppo, soprattutto nel caso in cui l’organizzazione si riveli non in grado di impedire ai membri di ritoccare la produzione in modo arbitrario senza alcuna approvazione.

Bijan Zanganeh, ministro del Petrolio iraniano

Dopo mesi trascorsi all’insegna della sottoproduzione la cosiddetta OPEC+ - il gruppo costituito dai membri OPEC e dai produttori ad essi alleati - ha deciso di ritornare ad un tasso di conformità agli accordi di Vienna pari al 100%, un intervento che si tradurrebbe nell’arrivo a mercato di circa 1 milione di barili giornalieri di greggio in aggiunta ai volumi attuali.

Allo sguardo attento di Zanganeh non è certo sfuggito che alcuni produttori stanno tentando di adeguare l’output in modo arbitrario in assenza di qualsiasi consultazione - e benestare - degli altri produttori aderenti all’intesa di fine 2016, ragion per cui l’autorità iraniana ha provveduto ad inviare una missiva di reclamo alla sua controparte negli Emirati Arabi Uniti nella quale si spiega chiaramente come a determinare le quote di aumento produttivo dovrebbe essere il comitato OPEC - Non OPEC (il JMMC) che monitora la conformità dei produttori, cosa che, a sentire il ministro iraniano, non sta accadendo in questa delicata fase di mercato.

“Nel caso in cui il JMMC non adempia ai suoi doveri ed abbia una comprensione diversa degli stessi rispetto a quella decisa nei recenti incontri, allora sarebbe necessario indire un meeting straordinario nel quale poter sollevare il problema”.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio: perché tornerà a 45 dollari
Materie Prime
La Redazione 29/07/2018 10:00:47
Gli Oil Bulls si basano su analisi errate: questo il commento ... leggi tutto
Il Petrolio fa Boom! La fornitura continua a diminuire
Materie Prime
La Redazione 10/01/2018 07:00:18
Nella sessione di ieri il i prezzi del Petrolio hanno raggiunto ... leggi tutto
Petrolio: il prezzo giusto del barile ce lo svela Riyadh, ed è…
Materie Prime
La Redazione 06/09/2018 08:00:01
Quale può essere il prezzo giusto per il Petrolio? Chissà quante ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli