Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro, Invesco: l’inflazione non durerà, ma…



La Redazione Articolo pubblicato il 10/06/2021 12:00:00
Sebbene alcuni funzionari della banca centrale stiano parlando di una possibile riduzione del programma di acquisto di obbligazioni, Hooper ha affermato che non avranno fretta di comunicare con i mercati che, attualmente, sono in una sorta di fase di test.

 

Ora come ora l’inflazione pare essere una minaccia incombente, ma potrebbe non durare: questa è l’opinione comune, ma un gestore ha affermato che potrebbero esserci ancora alcuni validi motivi per investire in metalli preziosi nei prossimi 6 - 12 mesi.

A parlare è Kristina Hooper, responsabile strategia d’investimento presso Invesco, che spiega come non sia poi così strano osservare un significativo aumento dell’inflazione in un contesto di forte ripresa economica derivante da stimoli fiscali e politiche monetarie estremamente accomodanti: “Stiamo assistendo a una tempesta perfetta, nel senso migliore della parola, per la crescita economica - spiega Hooper - l’inflazione dovrebbe aumentare e l'offerta farà fatica a tenere il passo con la domanda”.

Sempre Hooper, tuttavia, ha affermato di non attendersi un persistere dell’inflazione a lungo termine, ma solamente per i prossimi 6 - 12 mesi, ovvero il tempo che necessita affinché risulti assorbito il boom di spesa dei consumatori: “La spesa sarà normalizzata entro il prossimo anno.  Guardiamo la cosa dal punto di vista del consumatore: una volta riaperta l’economia, quanti viaggi si potranno fare? Quanti tagli di capelli?…”.

Grafico Oro by Tradingview

Hooper ha evidenziato come il mercato del lavoro sia un importante esempio di inflazione transitoria: la scorsa settimana il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha dichiarato che l'inflazione salariale è cresciuta dello 0,5% a maggio, dopo un aumento dello 0,7% ad aprile, tuttavia, Hooper ha notato che i dati Fed mostrano che i salari stanno aumentando in parte a causa della carenza di manodopera causata da alcuni lavoratori costretti a rimanere a casa perché non possono trovare o permettersi servizi di assistenza all’infanzia, ragion per cui, con la riapertura delle scuole, più lavoratori rientreranno nella forza lavoro e questo dovrebbe far abbassare i salari.

A fronte di questo contesto Hooper afferma che potrebbe ancora essere opportuno investire in oro, un metallo prezioso che continua ad essere importante nella diversificazione del portafoglio degli investitori, ed anche questo è legato all’inflazione, in quanto i timori ad essa relativi sono reali e questo sostiene i prezzi del metallo giallo che potrebbero aumentare ulteriormente al pari di rame ed argento.

Non solo l'oro sta beneficiando dell'aumento dell'inflazione, ma i tassi di interesse reali rimangono in un territorio negativo storicamente basso a causa delle politiche monetarie ultra-allentate della Federal Reserve.

Sebbene alcuni funzionari della banca centrale stiano parlando di una possibile riduzione del programma di acquisto di obbligazioni, Hooper ha affermato che non avranno fretta di comunicare con i mercati che, attualmente, sono in una sorta di fase di test.

 

Fonte KitcoNews

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli