Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Nuovi investitori in oro al minimo di quattro anni
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 13/06/2018 12:00:28
Pubblichiamo a seguire un nuovo contributo di BullionVault

 

Il mese scorso è stato registrato il numero minore di nuovi investitori in oro da maggio 2014, secondo gli ultimi dati di BullionVault.

In caduta del 27,7% rispetto alla media dei dodici mesi precedenti, il numero di utenti del primo mercato online al mondo di oro, argento e platino equivale al 57,2% della media dei dati mensili degli ultimi cinque anni.

I dati di BullionVault trovano conferma nelle rilevazioni di Google Trends, che mostrano il numero di ricerche mensili dei termini relativi all’acquisto di oro al minimo da luglio 2007, alla vigilia della crisi finanziaria.

I clienti di BullionVault a maggio hanno prevalentemente liquidato le proprie posizioni in oro.

Utilizzata da 71.000 investitori nel mondo, la piattaforma londinese di trading di metalli preziosi ha registrato vendite totali di 85kg di oro a maggio, dopo i 98kg venduti ad aprile. Il capitale totale dei clienti di BullionVault – custodito in totale sicurezza nei caveau professionali a scelta tra Londra, Zurigo, Singapore, Toronto o New York –si è quindi ridotto dello 0,5% rispetto al record di marzo di 38,8 tonnellate.

Questo capitale è maggiore di quello di molte Banche Centrali, ed è valutato circa 1,4 miliardi di euro. Solo undici di tutti i prodotti ETF con sottostante in metallo fisico sono maggiori dei capitali aggregati in oro dei clienti di BullionVault, secondo i dati del World Gold Council.

Adrian Ash, Head of research di BullionVault, ha scritto:

"Il prezzo dell’oro è spesso visto come un barometro della paura e dello stress finanziario, ed ha risposto ai crolli in borsa ed alle tensioni geopolitiche del 2018. La fiducia nell’oro sta diminuendo in generale tra gli investitori privati; contrariamente alla definizione di bene rifugio, il numero di nuovi acquirenti è al minimo di diversi anni”.

"L’aumento del prezzo dell’oro ha spinto i trader e gli investitori che hanno acquistato a basso prezzo a liquidare il proprio capitale in oro ed a trarne profitto. Questo è un fenomeno comune sul nostro sito, che rende la vendita facile come l’acquisto. Anche il mercato delle monete e dei piccoli lingotti ha visto i proprietari vendere il metallo, nonostante i costi maggiori di transazione”.

"Che gli investimenti si stiano spostando verso il mercato azionario o verso le criptovalute, evidentemente la visione globale del mercato è ottimista, e questo risulta in un disinteresse verso una diversificazione in oro come assicurazione finanziaria”

I dati di BullionVault mostrano un aumento degli acquirenti di oro del 12,1% rispetto ad aprile, incremento minore da gennaio 2016. I venditori a Maggio sono aumentati del 22,8% al picco di quattro mesi.

Il Gold Investor Index – un’indice unico della fiducia dei mercati occidentali dell’oro, calcolato unicamente attraverso l’attività di trading su BullionVault – è diminuito al 52.4 a maggio, dal 52.5 di aprile.

Continua nella pagina successiva

SalvaSalva



Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli