Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Mais: cosa ci attende nel 2017
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 29/12/2016 07:00:59
Il 2016 non si conclude bene per il Mais, ma cosa accadrà nel 2017? I prezzi bassi saranno, come vuole la tradizione, la miglior cura di se stessi ed indurranno una contrazione delle semine USA? Oppure l’ampia fornitura continuerà a pesare sulle quotazioni con un miglioramento della Safrinha brasiliana?

 

Il 2016 non si conclude bene per il Mais, ma cosa accadrà nel 2017? I prezzi bassi saranno, come vuole la tradizione, la miglior cura di se stessi ed indurranno una contrazione delle semine USA? Oppure l’ampia fornitura continuerà a pesare sulle quotazioni con un miglioramento della Safrinha brasiliana?

Vediamo cosa ne pensano alcuni dei maggiori istituti in queste dichiarazioni rilasciate alla testata online Agrimoney.

 

Commerzbank

 

Le scorte USA elevate saranno a livelli da record entro la fine della stagione 2016 - 2017 e questo peserà sulle quotazioni ancora per qualche tempo ma, se le previsioni di una contrazione delle semine evidenziate nelle recenti analisi condotte da Informa Economics saranno corroborate dai fatti, allora i prezzi potrebbero trovare un po’di sostegno.   Negli USA, il più recente aumento dei requisiti di miscelazione di biocarburanti con i carburanti convenzionali (negli USA principalmente Etanolo) potrebbe anche risultare favorevole ai prezzi del prodotto, ovviamente a patto che il nuovo governo non intervenga in modo significativo in questo contesto.  In termini di prezzo ci attendiamo un quarto trimestre 2017 con un Mais a quota 380 USd/bu.

 

Goldman Sachs

 

A fronte delle numerose preoccupazioni a proposito di un eventuale impatto de La Nina sul raccolto di Mais USA, quest’ultimo si è mostrato decisamente florido ed attualmente anche le condizioni meteo in cui si trovano i raccolti sudamericani si presentano favorevoli alla crescita del prodotto.  Le attese sono per dei prezzi del Mais in stato di debolezza a ridosso del costo di produzione, un elemento che limiterà ulteriori impennate delle scorte.  Migliore la situazione della Soia, con la domanda in arrivo dalla Cina che mantiene le quotazioni del prodotto a premio rispetto al Mais.

 

A seguire - Rabobank e Societe Generale

 



Potrebbero interessarti anche...
Ucraina, SovEcon: produzione di Mais in pesante calo
Materie Prime
La Redazione 18/03/2022 15:00:00
"La previsione - spiega i tecnici di SovEcon - si basa ... leggi tutto
Ucraina, Coldiretti Piemonte: in Italia pronti a produrre 75 milioni di quintali di mais e grano in più
Materie Prime
La Redazione 14/03/2022 15:00:00
“Proponiamo all’industria alimentare e mangimistica – spiegano Roberto Moncalvo presidente di ... leggi tutto
Mais: Safras rivede a ribasso le stime sulla produzione del Brasile
Materie Prime
La Redazione 03/01/2022 15:00:00
La produzione del raccolto estivo 2021/22 dovrebbe raggiungere i 22,55 milioni ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli