Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Legname: i prezzi secondo Elliott



Roberto Paolo Staniscia Articolo pubblicato il 18/02/2019 18:00:21
Molti ignorano che fu proprio l’uso e le ordinazioni di questa materia a far nascere i Mercati Finanziari: difatti, Dow e Jones diedero la possibilità di “tastare il polso” degli Stati Uniti mettendo assieme i dati delle industrie di trasporto, industrie di materiali da costruzione ed altri fattori.

 

 Il legno è sempre stato una materia prima rinnovabile e in uso in moltissimi campi dalla preistoria ad oggi. 

Molti ignorano che fu proprio l’uso e le ordinazioni di questa materia a far nascere i Mercati Finanziari: difatti, Dow e Jones diedero la possibilità di “tastare il polso” degli Stati Uniti mettendo assieme i dati delle industrie di trasporto, industrie di materiali da costruzione ed altri fattori. 

Gli USA sono noti per la produzione di legno tenero e sono un leader nella produzione di legname del mercato globale; i prezzi negli Stati Uniti sono per lo più basati sulla forza e la domanda di edilizia domestica: anche in Italia il legno strutturale è stato largamente usato come materia prima per la costruzione di case, ma anche per arredo, pavimentazioni, pannellature e riscaldamento (legna da ardere, pellet). Preso da foreste appositamente coltivate, il legno è una fonte di energia rinnovabile. 

Il grafico del prezzo di questo materiale è preso in esame applicando l’Analisi Tecnica e la Teoria delle Onde di Elliott con il grafico a disposizione. 

Partendo dal settimanale, si può notare un numero elevato di onde che si muovono tra il minimo di 94.5 e il massimo du 648.5 $/bf (board feet), il tutto generando movimenti apparentemente senza opportunità creando fino ad ora due movimenti da tre onde (abc-wxy). Al momento, il prezzo ha creato altri tre movimenti da tre onde (wxy) ma l’ultimo movimento ribassista potrebbe far pensare a una formazione maggiormente complessa (wxyxz). 

Di seguito il grafico settimanale. 

Saltando al grafico orario h1 nell’ultima fase del grafico, si vede come il movimento discendente rimane all’interno di un canale ben definito; facendolo toccare con il maggior numero di massimi e minimi, la linea di mezzeria (50%) è usata sia come resistenza che come supporto. 

Una volta usciti fuori dal movimento correttivo discendente, la parte superiore del canale ha dato un chiaro e deciso segno venendo usato come supporto e ritestato da onda (4)submicro: questa ha dato conferma che onda X ha concluso il suo movimento dando vita a uno ZigZag (5-3-5). 

Ora, essendo a inizio di onda Z, non è ancora dato sapere come si evolverà con certezza, ma l’operatività su onde singole si possono comunque fare. Al momento si potrebbe pensare che il canale blue possa essere valido. Se dovesse superare al ribasso, il punto più probabile per l’inversione è contro la mezzeria (50%) del canale rosso oppure sul livello di invalidazione, oltre il quale il trend rimarrà ancora al ribasso. 

Di seguito l’analisi su TF H1 


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli