Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Latte: i prezzi fanno Boom. E potrebbero salire ancora!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 23/01/2019 18:00:01
I prezzi del Latte hanno registrato un significativo incremento nel corso delle recenti aste GDT, e l’istituto di credito neozelandese Westpac ha rivisto a rialzo le stime emesse in precedenza...

 

I prezzi del Latte hanno registrato un significativo incremento nel corso delle recenti aste GDT, e l’istituto di credito neozelandese Westpac ha rivisto a rialzo le stime emesse in precedenza: i prezzi, infatti potrebbero aumentare ulteriormente, e questo si traduce in maggiori entrate alla fonte, con le stime relative al prezzo corrisposto ai produttori che si attestano ora a 6,3 $/Kg in linea con quelle di un altro grande player di settore, ossia il colosso Fonterra (la stima è relativa al latte in polvere di tipo “milk solid”).

Le recenti aste GDT (GlobalDairyTrade), come si evince chiaramente dall’osservazione del grafico appena sopra, evidenziano un forte rialzo nei prezzi del latte scremato in polvere, che ha raggiunto quota 2405 dollari per tonnellata nel corso dell’evento tenutosi nella giornata del 15 gennaio 2019 con un balzo di oltre il 10% rispetto alle aste precedenti.

Anne Boniface, economista presso Westpac, sottolinea come i volumi passati di mano mostrino al mercato un movimento decisamente anomalo: tradizionalmente, in questo periodo dell’anno, la quantità di prodotto che passa di mano si riduce, mentre, in questo caso siamo di fronte ad un incremento della stessa pari al 14% rispetto all’asta precedente.

Una spiegazione a quanto avvenuto la fornisce Emma Higgins, analista presso l’istituto di credito Rabobank, che spiega come il tutto sia attribuibile ad una variazione nei fondamentali del prodotto stesso: tecnicamente, spiega Higgins, siamo di fronte ad un forte aumento della richiesta di prodotti freschi, ad un rallentare della produzione nei paesi esterni alla Nuova Zelanda ed all’abbattimento pressochè totale delle scorte d’intervento in Unione Europea (i dati della Commissione UE confermano quanto afferma Higgins evidenziando lo spostamento di ben 141000 tonnellate di prodotto nel corso delle ultime due aste).

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Latte: il Rally dei prezzi non si ferma
Materie Prime
La Redazione 12/02/2019 17:49:05
Nel corso dell’ultima asta GDT (Global Dairy Trade) i prezzi dei ... leggi tutto
Latte: in calo la produzione globale
Materie Prime
La Redazione 15/07/2019 18:00:24
In questo contesto di calma nelle oscillazioni dei prezzi concentreremo la ... leggi tutto
Latte: i prezzi tornano a salire, ma…
Materie Prime
La Redazione 15/04/2019 18:00:57
La più recente asta GDT ci mostra un lieve recupero nelle ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli