Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


L’escalation della guerra commerciale dà impulso ai beni rifugio
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 13/04/2018 12:00:17
Pubblichiamo a seguire un nuovo contributo di ETF Securities

 

• La domanda di beni rifugio genera flussi per 23,9 e 28,1 milioni di USD, rispettivamente, verso gli ETP long su oro e argento.

• Il rischio geopolitico ha provocato disinvestimenti per 21 milioni di USD dagli ETP su panieri di metalli industriali.

• Gli afflussi negli ETP long sul greggio hanno raggiunto il livello più alto delle ultime sette settimane a quota 20,6 milioni di USD.

La guerra commerciale registra un’escalation. Quando abbiamo parlato per la prima volta dei dazi statunitensi, la ritorsione cinese era stata molto limitata, ma avevamo notato che non precludeva ulteriori interventi. La scorsa settimana Pechino ha annunciato un dazio del 25% su 106 prodotti statunitensi, equivalenti a circa 50 miliardi di USD di importazioni (sulla base dei dati del 2017), un valore corrispondente a quello delle importazioni cinesi prese di mira dalle politiche commerciali statunitensi. “La guerra commerciale senza esclusione di colpi è cominciata. Il Presidente Trump ha quindi minacciato di imporre dazi su 100 miliardi di USD di prodotti cinesi. Ciò non depone a favore degli attivi ciclici. Le guerre commerciali raramente si concludono con la vittoria di qualcuno. I tentativi fatti da Larry Kudlow, Direttore del National Economic Council della Casa Bianca, di placare i mercati hanno avuto un effetto temporaneo, ma hanno perso credibilità dopo le recenti minacce proferite da Trump. In risposta la Cina ha dichiarato che contrasterà il protezionismo statunitense ‘fino alla fine e a qualsiasi costo’, lasciando pochi margini per superare l’impasse”, ha affermato Massimo Siano, Head of Southern Europe, ETF Securities.

La domanda di beni rifugio ha generato flussi per 23,9, 28,1 e 6,9 milioni di USD, rispettivamente, verso gli ETP long su oro, argento e panieri di metalli preziosi. Gli afflussi nell’oro superano i 20 milioni di USD da tre settimane, in quanto i beni rifugio sembrano tornati in auge. Delle ultime dieci settimane, solo una è stata caratterizzata da deflussi dall’argento (per il modesto importo di 2,6 milioni di USD). In effetti durante il mese appena trascorso si sono registrati i maggiori investimenti in argento dal giugno 2017. I flussi positivi verso gli ETP sull’argento sono in netto contrasto con il sentiment degli investitori nel mercato dei futures, dove il posizionamento netto sull’argento è più negativo che mai. L’escalation della guerra commerciale acuisce l’incertezza politica creata dal reclutamento di un “falco” di politica estera alla Casa Bianca due settimane fa. Visto l’importante ruolo diplomatico svolto dalla Cina nel conflitto tra USA e Stati Uniti, sfidare Pechino un mese prima di un potenziale incontro tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un sembra una mossa azzardata. “I prezzi dell’oro non hanno ancora evidenziato un marcato rialzo, ma l’aumento dei rischi geopolitici potrebbe comportare un significativo rincaro del metallo giallo. Gli investitori sembrano privilegiare i beni rifugio quale copertura contro gli sviluppi sfavorevoli. Il deludente rapporto sul mercato del lavoro pubblicato venerdì ha dato impulso alle quotazioni dell’oro, riducendo la necessità di un orientamento intransigente da parte della Fed”, ha osservato Siano.

Continua nella pagina successiva

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio: perché tornerà a 45 dollari
Materie Prime
La Redazione 29/07/2018 10:00:47
Gli Oil Bulls si basano su analisi errate: questo il commento ... leggi tutto
Speciale Zucchero: sarà la pecora nera del 2018?
Materie Prime
La Redazione 18/01/2018 05:30:26
Cosa accadrà nel 2018? Leggiamo cosa ne pensano i protagonisti del ... leggi tutto
Speciale Caffè: il 2018 sarò l’anno dei tori?
Materie Prime
La Redazione 11/01/2018 03:00:20
Ora è il momento del 2018: i prezzi continueranno a calare ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli