Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Frumento: il mercato chiama e Mosca risponde, ed i prezzi…
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 27/01/2020 15:00:00
La domanda di frumento russo rimane elevata e continua a sostenere le quotazioni del prodotto in arrivo da Mosca…

 

La forte richiesta, le attese relative ad un calo dei raccolto nei principali paesi esportatori e le dinamiche valutarie che spingono i coltivatori russi a trattenere il grano a magazzino sono gli elementi che stanno sostenendo le quotazioni del frumento russo, impegnato ormai da tempo in quello che si è rivelato un vero e proprio rally.

Stando a quanto dichiarato da S&P Global Platts i prezzi del frumento russo sono in aumento ormai da settembre, guidati dal mercato internazionale: il sostegno alle quotazioni, attualmente a ridosso dei 233 dollari per tonnellata, è giunto, anche, dal forte apprezzamento del rublo nei confronti del dollaro USA, una dinamica valutaria che ha indotto i coltivatori a trattenere il prodotto a magazzino limitando così l’offerta in arrivo a mercato.

Grafico Frumento piazza di Parigi

 

Prospettive di produzione

Il clima avverso nell'emisfero meridionale ed in alcune parti dell'emisfero settentrionale ha comportato un taglio nelle stime di produzione relative alla stagione 2019-20 per i principali paesi esportatori come Argentina, Australia e, più recentemente, la Russia.

L’Australia è stata duramente colpita dal clima secco nel corso del 2019 e questo ha indotto i tecnici USDA (il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti) ad abbassare a 15,6 milioni di tonnellate le stime sulla produzione di frumento nel corso della stagione 2019 - 2020 (22,5 milioni di tonnellate la stima precedente).

Sempre l’USDA ha rivisto a ribasso le stime relative alla produzione di frumento dell’Argentina (sempre nel corso della stagione 2019 - 2020) portandole a 19 milioni di tonnellate (-1,5 milioni di tonnellate rispetto alla precedente stima).

Per quanto concerne la Russia, l’USDA ha rivisto a ribasso le stime sulla produzione e sulle esportazioni, con la prima che prevede una stagione 2019 - 2020 con un output di 73,5 milioni di tonnellate.

Nell’anno commerciale 2019 - 2020 il raccolto UE è stimato in 154 milioni di tonnellate, in crescita del 13% rispetto alla stagione precedente, ragion per cui potremmo assistere ad un considerevole aumento delle esportazioni a quota 31 milioni di tonnellate (+33%).

Sino ad ora l’Ucraina ha esportato circa 15,25 milioni di tonnellate di frumento (stagione 2019 - 2020) con un aumento del 35% su base annua (stando alle dichiarazioni USDA rimangono ancora circa 5 milioni di tonnellate da piazzare a mercato nel corso della stagione 2019 - 2020).

Alcuni operatori di settore sostengono che il rally dei prezzi potrebbe continuare, ed uno di essi spiega che anche in termini di tempistica non dovrebbero esserci problemi in questo senso, in quanto il mese di gennaio, tradizionalmente, non brilla per il fluire di grano russo a mercato; i coltivatori, inoltre, vogliono anche attendere ulteriori dati su quello che potrebbe riservare loro il nuovo raccolto.

 

A seguire - Export e destinazioni



Potrebbero interessarti anche...
Agricoltura: crolla il prezzo della Soia, deboli Mais e Frumento
Materie Prime
La Redazione 31/01/2020 12:00:00
La Cina potrebbe ridurre la richiesta di prodotti agricoli ed i ... leggi tutto
Frumento: la siccità cambia il mercato
Materie Prime
La Redazione 16/06/2020 10:00:00
Una tra le peggiori siccità degli ultimi quarant’anni sta letteralmente mutando ... leggi tutto
Frumento: nel mondo ce n’è troppo!
Materie Prime
La Redazione 20/05/2020 12:00:00
“Sembra che avremo un’altra stagione eccezionale, per la fornitura di grano, ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli