Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 162 del 31 dicembre 2018



La Redazione Articolo pubblicato il 02/01/2019 15:30:02


È uscito il Commodity Report

In questo numero:

  • Bilancio del 2018
  • Outlook 2019 
  • Struttura del portafoglio

  L’anno che sta per terminare è stato caratterizzato da un andamento dei mercati che possiamo distinguere in due fasi: la prima parte dell’anno ha visto una crescita importante del ciclo economico negli USA, grazie alle politiche fiscali accomodanti  dell’amministrazione di Washington e alla possibilità di operare in deficit. In borsa è proseguita l’azione di buy back di titoli azionari da parte di quasi tutte le major e l’S&P-500 ha trovato terreno fertile per far segnare numerosi massimi assoluti durante i primi nove mesi dell’anno. Nell’ultimo trimestre abbiamo assistito ad un totale capovolgimento di fronte delle borse, che iniziano a non gradire le politiche di aumento dei tassi da parte della Banca Centrale Americana. Anche sul fronte commodities l’ingerenza della politica si è fatta sentire. Le quotazioni del petrolio, in netto rialzo fino a fine settembre, hanno poi cambiato completamente rotta. il mercato ha iniziato a percepire che il surplus di produzione in essere non può essere facilmente riassorbito, vista la timida politica dei tagli dell’Opec e i continui aumenti della produzione USA, in un contesto di possibile rallentamento economico generalizzato, ipotizzato da molti analisti per il 2019. Il mercato, nell’ultimo trimestre è stato molto nervoso e l’innalzamento della volatilità che ha caratterizzato 2018, si è accentuato (Natural Gas). Sui metalli preziosi l’oro e l’argento hanno mantenuto una stretta correlazione con l’andamento del dollaro americano, mentre il palladio e il platino hanno avuto andamenti spesso completamente divergenti, mostrando la debolezza ormai strutturale del platino e, a tratti, una forte domanda per il palladio, entrambe legate al settore automotive. 

Tra le agricole ancora una volte i raccolti delle granaglie sono stati abbondanti e le tariffe doganali implementate da Washington hanno condizionato in negativo le quotazioni di Soia e Cotone. Stabile la domanda nel settore delle carni. Tra le soft spiccano il Cacao, le cui quotazioni hanno ripreso a crescere dopo la lunga permanenza su livelli bassi del 2017 e il Caffè, che invece ha sofferto dei raccolti record di Brasile, Vietnam e Colombia...

Per leggere tutto il report e le raccomandazioni di Giancarlo Dall'Aglio, iscriviti qui 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 167 del 11 febbraio 2019
Mercati
Giancarlo Dall'Aglio 12/02/2019 15:30:43
È uscito il nuovo Commodity Report In questo numero: Il focus "inverso" di ... leggi tutto
Commodity Report numero 164 del 16 gennaio 2019
Mercati
La Redazione 17/01/2019 15:37:38
È uscito il nuovo Commodity Report. In questo numero: Borse: il rally di ... leggi tutto
Commodity Report numero 166 del 28 gennaio 2019
Mercati
La Redazione 29/01/2019 15:28:41
È uscito il nuovo Commodity Report. In questo numero:  La geopolitica continua a ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli