Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 9 luglio 2018
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 09/07/2018 12:20:42


  La guerra commerciale tra USA e Cina, sembrerebbe ufficialmente cominciata a dispetto di coloro che pensavano ad una proroga oppure addirittura ad una trattative per disinnescarla. Si comincia con 818 prodotti cinesi su cui gli USA hanno posto dazi per circa 34 mld di dollari, con la risposta cinese su 515 prodotti americani. Come sempre accade in questi casi, i mercati hanno cominciato a scontare lo scenario peggiore”, vendendo a piene mani i prodotti quotati soggetti alle limitazioni. 

Il caso più emblematico è quello della Soia, che ha subito un ribasso di circa 200 punti in poco più di un mese, con prezzi che sono andati a testare quota 850 area. Poi, proprio venerdì, il giorno dell’attuazione pratica delle reciproche tariffe doganali, ecco arrivare l’atteso rimbalzo. Lo avevo anticipato da giorni, il mercato aveva molte probabilità di comportarsi esattamente in questo modo, esagerando nella fase di ribasso e rimbalzando con forza una volta uscita la notizia ufficiale. 38 punti di rimbalzo sulla prima scadenza future disponibile e barra di inversione servita.

 

Soia

 A questo punto una domanda sorge spontanea: “e adesso?”..ribasso finito? Si compra? Oppure ci prepariamo ad un’altra gamba ribassista ancor più violenta, che potrebbe travolgere tutti? Difficile avere la risposta a queste domande, si tratta di una situazione inedita e come tale va gestita. Tuttavia, come sapete, io ritengo che a questi livelli la soia sia sottovalutata, considerando i vari fattori in gioco: 

  1. Fattore meteo: vi sono probabilità che il clima sia troppo secco poco piovoso nelle prossime due settimane in alcune zone nevralgiche degli USA. Questo potrebbe rallentare l’avanzamento del raccolto e spingere i prezzi verso l’alto. 
  2. La Cina comprerà Soia dal Brasile che a sua volta è un importatore dagli Stati Uniti (una triangolazione che potrebbe spingere i prezzi)
  3. Non è detto che i dazi rimangano inalterati. Potrebbero nascere nuovi accordi e questo fattore è rialzista per il mercato.   

Quota 800 resta quindi un supporto importante per la prima scadenza del nuovo raccolto, che tra l’altro era stato annunciato già a fine marzo inferiore a quello del 2017-2018 causa minor quantità di acri seminati. 

Personalmente allo stato ho put 780 vendute coperte dalle put 720 su scadenza novembre. 

Tornando ai fatti salienti per i mercati, è passato un po’ sotto silenzio il dato mensile di venerdì sugli occupati USA, migliore delle attese, che ha dato nuova pinta rialzista alle borse. Adesso quota 2800 di S&P-500 è di nuovo in vista, ma bisogna porre molta attenzione al settore bancario, che potenzialmente potrebbe andare in sofferenza praticamente senza preavviso.

Eur Usd

ftse mib

Gold

S&P-500

Ciò che i media mainstream nascondono è la condizione di estremo rischio dovuta all’esposizione di Deutsche Bank sui derivati; una vera e propria polveriera (ne ho già parlato ma è bene sottolinearlo). La banca tedesca ha fallito gli stress test che ha coinvolto altre 25 banche USA ed è stata l’unica a non superarli. Io i giornaloni non li leggo più da anni, ma scommetto che non avete letto mezza riga sull’argomento. 

E sicuramente non avrete letto sui giornali il fatto che la commissione europea stia dando il via ad utilizzare il fondo ESM per eventuali crisi bancarie in UE. Timing perfetto, vero?

Bisogna quindi prestare attenzione ai prossimi movimenti dei mercati e tenere sempre la guardia alta, soprattutto nei due mesi estivi, in cui la liquidità diminuisce ed è più facile per la speculazione trovare facili guadagni attraverso esplosioni di volatilità. 

 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 5 marzo 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 05/03/2018 11:04:12
In un contesto in cui aumentano le possibilità assistere a più ... leggi tutto
Commodity Report del 2 gennaio 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 02/01/2018 10:55:28
La fine del 2017 non riservato sorprese particolari agli operatori dei ... leggi tutto
Commodity Report del 8 gennaio 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 08/01/2018 10:40:09
La prima settimana del 2017 è stata caratterizzata dalla conferma di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli