Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 21 maggio 2018
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 21/05/2018 13:22:17


  I tassi d’interesse continuano a salire in USA. I rendimenti del decennale hanno superato l 3%, al massimo da 7 anni e anche quelli più a lungo temine sono in rialzo, mentre salgono anche le probabilità di assistere ad altri aumenti nelle prossime riunioni della Fed. 

10YR yeld

In Europa intanto, i vertici della UE continuano a mostrare preoccupazione verso il nuovo governo italiano; le dichiarazioni si sono susseguite per tutta la scorsa settimana, mentre giornali e TG mettevano l’accento su una serie di indicatori, addebitando a Lega e 5 stelle alcuni movimenti dei mercati, che in realtà dipendono da altri fattori. Ad esempio si è detto che l’Euro era venduto contro dollaro a causa delle trattative per il nuovo governo italiano: falso. Il dollaro, proprio in virtù delle attese di nuovi rialzi dei tassi, si muove proprio contro tutte le altre valute e ovviamente anche contro Euro. 

Dollar index

Ftse Mib

S&P-500

Quanto ai rendimenti dei titoli di Stato e l famigerato spread è bene chiarire che i tassi stanno salendo in modo indiscriminato ovunque, trainati proprio dagli Usa e inoltre c’è da considerare che il BTP italiano si muove con pochi miliardi di Euro e quindi le manovre speculative che possono colpire i rendimenti del nostro decennale sono sempre possibili. Ma a questo proposito, la verità è che mentre si gridava “al lupo al lupo” per il governo giallo/verde, l’interesse sul debito italiano era aumentato di ben 0.06%, cioè briciole. 

A  palazzo Chigi, finché la Bce è operativa, può andarci anche un cartonato pubblicitario. Non interessa nulla a nessuno, perché comunque sia, sono altre le dinamiche che preoccupano i mercati. Certo, l'Italia non è la Grecia e un'eventuale messa in discussione della permanenza nell'euro sarebbe una grana, ma appare davvero ipotesi remota che un eventuale governo appena nato possa arrivare a questo passo. 

Molto probabilmente, almeno all’inizio, si accontenteranno di ottenere una qualche forma di reddito di cittadinanza, una rimodulazione fiscale e un po' più di mano ferma sul contrasto all'immigrazione: certe battaglie servono solo per non perdere la faccia, così come le repliche a muso duro al Financial Times. 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 5 marzo 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 05/03/2018 11:04:12
In un contesto in cui aumentano le possibilità assistere a più ... leggi tutto
Commodity Report del 2 gennaio 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 02/01/2018 10:55:28
La fine del 2017 non riservato sorprese particolari agli operatori dei ... leggi tutto
Commodity Report del 8 gennaio 2018
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 08/01/2018 10:40:09
La prima settimana del 2017 è stata caratterizzata dalla conferma di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli