Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodities: non averle in portafoglio è da pazzi!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 16/04/2018 07:00:17
Mai come in questo momento è indispensabile avere le Commodities nel proprio portafoglio: questo è quello che ci spiegano gli analisti di Goldman Sachs che…

 

Le recenti tensioni a livello geopolitico hanno indotto un rialzo nelle Commodities, ed a questo proposito si sono espressi gli analisti di Goldman Sachs che, guidati da uno scatenato Jeffrey Currie. hanno rinnovato il loro invito a sovrappesare le materie prime in vista di guadagni pari al 10% nel corso dei prossimi 12 mesi.

Il Bloomberg Commodity Index, con l’aumento del 2,5% registrato nella passata ottava, conferma l’analisi di Currie & co raggiungendo i livelli più elevati degli ultimi due mesi, ma non è finita qui, per ché il Bcom si mostra in buona compagnia grazie ad un S&P GSCI Index che mostra guadagni ancor maggiore pari ad oltre il 5% sempre nel corso della settimana passata.

A trainare gli indici di settore citati in precedenza sono il Petrolio (che mette a segno il maggior guadagno settimanale da luglio 2017) e l’Alluminio, che si presenta pronto a mettere a segno il più grande rally di prezzo dal 1987 ad oggi.

Gli investitori attivi nel settore petrolifero stanno mostrando grande apprensione per i fatti occorsi in Medio Oriente, dove la tensione in alcune aree chiave come Siria, Iran ed Arabia Saudita sale sempre più contribuendo ad innescare veri e propri timori relativi ad una possibile contrazione della fornitura che di fatto sostengono le quotazioni del prodotto.

Nel mercato dell’Alluminio a pesare sono le sanzioni imposte dagli USA al produttore russo United Co. Rusal, che costringono gli acquirenti a cercare altrove forniture alternative in grado di soddisfare le loro esigenze.

“Le attuali correlazioni cross-asset, l’inflazione a rischio di aumento e le possibili interruzioni di fornitura petrolifera in Medio Oriente fanno si che raramente si sia manifestata una necessità così impellente di inserire le Commodities nel proprio portafoglio” (dichiarazione rilasciata dagli analisti di Goldman Sachs).

Nella passata ottava il Brent registra un rialzo del 7,8% ad oltre 72 dollari, mentre il WTI scambia al di sopra dei 72 dollari (+8,5%) con la tensione geopolitica che sminuisce i timori relativi ad una produzione USA in aumento a livelli tali da inficiare l’operato di OPEC ed alleati.

“La natura sostanzialmente unilaterale dell’escalation della tensione geopolitica lascia intendere che gli impatti sulla produzione di greggio sarebbero almeno in prima battuta modesti a meno che non si verifichi un vero e proprio confronto militare tra Arabia Saudita ed Iran, ad esempio.  In ogni caso in un frangente connotato da scorte in calo il mercato petrolifero rimane vulnerabile anche alle piccole interruzioni di fornitura” (dichiarazione rilasciata dagli analisti di Goldman Sachs).

 

A seguire - L’Iran si conferma un punto caldo

 



Potrebbero interessarti anche...
Commodities: l’uomo del mistero si è deciso a parlare
Editoriale
La Redazione 09/09/2018 10:00:33
Arnaud Vagner: il mistero relativo al suo operato è durato tre ... leggi tutto
Commodities, Goldman: la guerra commerciale? Passa con una scrollata di spalle!
Editoriale
La Redazione 30/09/2018 10:00:13
La guerra commerciale non impedirà alle Commodities di guadagnare terreno entro ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli