Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Attenzione al Rame: i prezzi scendono, ma l’emergenza è dietro l’angolo!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 03/06/2019 10:00:21
I prezzi del rame continuano a cedere terreno, ma l’emergenza è dietro l’angolo e la situazione potrebbe ribaltarsi

 

L’escalation della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina ha innescato un brusco calo nelle quotazioni del Rame: questo suggerisce un deterioramento dei fondamentali del prodotto, ma i problemi di fornitura che “sonnecchiano” nei meandri del mercato potrebbero ribaltare la situazione.

I prezzi del Rame, ampiamente utilizzati in ambito industriale e come indicatore delle stato di salute dell’economia, hanno subito una forte contrazione nel mese di maggio, un calo in gran parte dovuto al potenziale crollo della richiesta in arrivo dalla Cina che, da sola, pesa per circa il 50% del consumo totale del metallo stimato attualmente in 24 milioni di tonnellate.

Analisi Rame a cura di Enrico Gei

Nella seconda metà dell’anno, tuttavia, la situazione potrebbe mutare radicalmente, a causa delle interruzioni di fornitura da parte del Cile ed a causa delle condizioni climatiche nello Zambia; di rilievo anche le restrizioni sulle importazioni di rottame implementate dal governo cinese.  Alcuni gestori di fondi dedicati spiegano che un eventuale deficit si rivelerà senza dubbio superiore a quanto previsto in precedenza, una condizione che, a loro dire, si riflette già attualmente nel mercato fisico.

 

Cile e Perù

La controllata statale Codelco (Cile) potrebbe veder salire la tensione nella gigantesca miniera di Chuquicamata, dove i sindacati hanno già rifiutato le offerte relative ai nuovi contratti (con 1,68 milioni di tonnellate prodotte nel 2018 Codelco si presenta come il maggior produttore globale).

Grafico Reuters

“Nel 2019 prevediamo un deficit di rame raffinato di circa 270000 tonnellate…”: questo il commento di Kash Kamal, analista presso BMO Capital Markets.

Nel mirino anche la miniera di Las Bambas, in Perù: il sito, gestito dalla cinese MMG, fornisce circa 400000 tonnellate di Rame per anno, ed anche qui le tensioni sociali potrebbero rivelarsi un problema per la continuità degli approvvigionamenti verso il mercato.

 

A seguire - Zambia e Cina



Potrebbero interessarti anche...
Caffè, massima attenzione al clima: ora potrebbe cambiare tutto!
Materie Prime
La Redazione 20/02/2019 12:00:33
Se seguite il Caffè, allora dovrete prestare la massima attenzione ai ... leggi tutto
Petrolio. I Tori facciano attenzione: il Matador è vicino!
Materie Prime
La Redazione 11/06/2019 08:00:09
I cosiddetti Oil Bulls dovrebbero fare attenzione: il mercato petrolifero, nel ... leggi tutto
Petrolio, IEA: attenzione al secondo trimestre!
Materie Prime
La Redazione 18/03/2019 12:00:03
In questo contesto, continuano i tecnici IEA, i tagli alla produzione ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli