Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Speciale Mais. la Cina pronta a diventare il primo acquirente mondiale
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 15/09/2020 12:00:00
L'aumento delle spedizioni ha scatenato la speculazione che la Cina potrebbe diventare cronicamente dipendente dal mercato mondiale, per le grandi forniture, praticamente lo stesso che accadde con la soia, un mercato dove la Cina pesa per oltre il 60% delle importazioni globali.

 

Le province nord-orientali, che fornivano più di 100 milioni di tonnellate di mais al resto del paese, hanno ridotto la fornitura in uscita a causa della rapida crescita dell’industria di raffinazione locale,  il cui output è costituito, tra l’altro, da amido e sciroppo.  Oltre alle industrie citate in precedenza, anche il settore dell’allevamento dei suini si presenta in forte espansione, con il paese che si sforza di dare alla luce aziende agricole maggiormente efficienti al fine di aumentare la produzione e combattere efficacemente la peste suina africana.

La produzione locale, in questo contesto, rischia di non essere in grado di tenere il passo con l’aumento della richiesta, e gli agricoltori del nord est risultano sempre più preoccupati per le condizioni meteo avverse dopo che alcune cooperative avevano già ridotto la superficie coltivata in primavera dopo il fallimento della stagione di semina a causa delle piogge intense.

I coltivatori, tuttavia, possono contare su alcuni aiuti, come quello offerto dal Dalian Commodity Exchange, che consta di un programma di assicurazione contro gli eventi climatici.

Nel 2020, lo ricordiamo, alcuni coltivatori cinesi sono passati al mais tralasciando la soia, meno soddisfacente dal punto di vista economico, ed ora gli operatori di settore monitoreranno da vicino come il governo bilancerà i vari incentivi per la produzione di mais e soia per cercare di soddisfare la crescente domanda di entrambe le materie prime.

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli