Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: l’OPEC ha un nuovo fidanzatino…
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 05/07/2019 03:00:29
Donald Trump sta per essere scaricato? Non sarà più il fidanzatino dell’OPEC? E chi prenderà il suo posto? Te lo spieghiamo in questo articolo!

 

“Non credo che la Russia sia qui per comandare - spiega il ministro dell’energia saudita Khalid al Falih interpellato a proposito di un eventuale ruolo di comando di Vladimir Putin all’interno dell’OPEC - e credo che la sua influenza sia bene accetta”; dello stesso parere il governatore OPEC iraniano (Hossein Kazempour Ardebili, un vero veterano del Gruppo), che dichiara: “La Russia è un grande giocatore e se ha annunciato qualcosa che si mostra in accordo con le idee del resto del gruppo, allora è la benvenuta: noi lavoriamo insieme!”; parere positivo su quanto avvenuto anche da parte dell’Iraq, che si propone come il maggior produttore OPEC dopo l’Arabia Saudita.

Un tale coro di approvazioni si presenta come un vero e proprio cambio di rotta, con Russia ed OPEC che si guardavano con sospetto praticamente dalla notte dei tempi.

Nel 2001 un’alleanza come quella attuale era gia stata messa sul tavolo: in quell’occasione la Russia accettò di ridurre la produzione di greggio insieme ai produttori del Cartello, ma non mantenne mai gli impegni presi.

La tensione tra Russia ed OPEC è ben descritta nel libro dell’ex ministro dell’energia saudita Ali al Naimi (Out of the desert) quando parla dell’incontro del 2014 con i funzionari russi: in quell’occasione, non appena il ministro saudita venne a sapere che i russi non avrebbero tagliato la produzione, al Naimi (nell’immagine sopra) raccolse i suoi documenti ed abbandonò la riunione, che durò solamente pochi minuti…

 

A seguire - Le dinamiche cambiano


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli