Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Cereali, FAO: produzione mondiale in aumento
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 13/05/2019 15:00:26
La produzione mondiale di cereali è in aumento: questo è quanto affermano i tecnici della FAO, che evidenziano anche la presenza di prezzi alimentari globali in crescita

 

I prezzi del latte si mostrano in crescita del 5,2% rispetto al mese di marzo, con l’indice FAO di riferimento che si trova ad affrontare il quarto aumento mensile consecutivo a causa della forte richiesta di burro, latte intero in polvere e formaggio.

In crescita del 3% i prezzi della carne a causa delle ripercussioni derivanti dalla terribile epidemia di peste suina che ha abbattuto un enorme numero di capi negli allevamenti cinesi stimolando, di conseguenza, la richiesta di prodotto.

In aumento anche i prezzi di Zucchero ed olio vegetale, ma cedono terreno i prezzi dei cereali che, nel mese di marzo, lascia sul parterre il 2,8% (quarto calo mensile consecutivo) a causa delle prospettive di produzione che evidenziano la possibilità di un output particolarmente elevato nel corso del 2019.

I tecnici FAO spiegano inoltre che l’indice di riferimento dei cereali risulta attinto da una forte pressione ribassista derivante da esportazioni in aumento e dalle tensioni commerciali.

Nella sua prima stima per il 2019 la FAO prevede una produzione cerealicola mondiale in aumento ad un record di 2,72 miliardi di tonnellate, volume corrispondente ad un aumento del 2,7% rispetto alla produzione 2018, con frumento, mais ed orzo che guidano la crescita con incrementi rispettivamente del 5%, 2,3% e 5,4%; sostanzialmente stabile, secondo le previsioni, la produzione di riso.

Atteso in crescita (+1,1%) anche il consumo - di cereali - a causa dell’amento della popolazione mondiale, ragion per cui si prevede un calo delle scorte globali dello 0,7% ad un totale di 847 milioni di tonnellate, livello più basso dalla stagione 2015 - 2016.

 

Fonte FAO


Potrebbero interessarti anche...
Speciale Cereali ed Oleosi: i fondi scommettono sul ribasso!
Materie Prime
La Redazione 07/05/2019 10:00:52
Le posizioni ribassiste al CBOT raggiungono livelli da vero e proprio ... leggi tutto
Cereali, Russia ed Ucraina sulla cresta dell’onda con il clima
Materie Prime
La Redazione 03/05/2019 10:00:20
Il clima favorevole alle semine di cereali primaverili nell’area del Mar ... leggi tutto
Cereali e guerra commerciale: accordi e container…
Materie Prime
La Redazione 23/04/2019 18:00:42
Secondo quanto dichiarato dai vertici della più grande compagnia di spedizioni ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli