Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Venezuela: una Cryptovaluta per dribblare le sanzioni



La Redazione Articolo pubblicato il 06/12/2017 08:30:12
La valuta del Venezuela è in caduta libera, ma se guardiamo l’evoluzione delle cryptovalute, possiamo notare come il quadro che ci propone il mercato sia diametralmente opposto...

 

La valuta del Venezuela è in caduta libera, ma se guardiamo l’evoluzione delle cryptovalute, possiamo notare come il quadro che ci propone il mercato sia diametralmente opposto.  Il contesto appena descritto non è certo sfuggito allo sguardo attento e preoccupato di un Nicolas Maduro, presidente del Venezuela, che non sa più a che santo votarsi per risollevare il paese sull’orlo del precipizio (economico e non…).

In una apparizione televisiva durante la giornata di domenica, Maduro ha annunciato che la nazione avrebbe presto creato una “Petrocurrency”, valuta digitale sostenuta da riserve di Petrolio, Gas e Diamanti: questa nuova valuta consentirà al Venezuela - almeno questo è quanto si attende Maduro - di superare il blocco finanziario che grava come un macigno sulle finanze della nazione.

“Questo ci consentirà di progredire verso nuove forme di finanziamento internazionale finalizzate a sostenere lo sviluppo sociale ed economico del Venezuela”: questo il commento rilasciato dal presidente in occasione dell’intervista.

Al mercato nero occorrono 103000 bolivar per acquistare 1 dollaro USA (a luglio ne bastavano 10000) ed in questo contesto giungono le dichiarazioni dell’FMI (il Fondo Monetario Internazionale) che prevedono una contrazione dell’economia venezuelana pari al 12% nel corso del 2017 ed un’inflazione in crescita ad oltre il 2300% nel 2018.

Il governo di Maduro persiste nell’accusare l’opposizione di essere responsabile di una cospirazione che ha condotto la nazione allo sfacelo, una cospirazione aggravata dalle sanzioni USA applicate al Venezuela che limitano la possibilità di ristrutturare il debito.

Per quanto concerne la valuta locale Jesus Faria, economista autoproclamatosi marxista, ha recentemente dichiarato che che è necessario stabilire quello che lui stesso definisce un mercato di libero scambio reale dove si possano incontrare domanda ed offerta al fine di correggere il prezzo.

 

Fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
Venezuela: se le sanzioni colpiranno il greggio sarà Default
Materie Prime
La Redazione 02/08/2017 16:00:34
Se le sanzioni USA colpiranno il settore petrolifero, lo spettro del ... leggi tutto
Petrolio: Arabia Saudita e Venezuela pronti ad incontrare la Russia
Materie Prime
Gabriele Picello 27/04/2017 19:00:01
I ministri dell’energia di Arabia Saudita e Venezuela sono pronti ad ... leggi tutto
Petrolio: Venezuela ed USA. Tra i due litiganti il terzo gode
Materie Prime
La Redazione 27/10/2017 07:00:23
USA e Venezuela l’un contro l’altro armati (di sanzioni): questo è ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli