Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro: Analisi Grafica ed Operativa



Marco De Novellis Articolo pubblicato il 13/02/2017 10:00:17
L’Oro, ritornato sui massimi livelli da tre mesi, e dopo aver registrato 5 giorni con il segno positivo, è oggetto della seguente analisi grafica.

 

L’Oro, ritornato sui massimi livelli da tre mesi, e dopo aver registrato 5 giorni con il segno positivo, è oggetto della seguente analisi grafica.

Da inizio 2017 il trend intrapreso è stato prevalentemente positivo, con due lievi correzioni, e vi è l’impressione che ne sia arrivata un’altra. Sembrerebbe che i mercati americani, di cui i principali indici hanno fatto registrare un +0.5% immediato all’apertura del 9 febbraio 2017, abbiano dato l’incipit a tale correzione. Come ad esempio un declino dell’inflazione nei paesi con le maggiori scorte auree, vedi Stati Uniti e Germania ma anche India e Cina, implica un’immediata fuga dagli investimenti in Oro (soprattutto ETF), anche un aumento dei rendimenti su strumenti alternativi come i bond, o come nel caso di oggi di azioni, specie se americane, è motivo di abbandono dei beni rifugio quale l’Oro. Di seguito se ne propone il grafico:

 

 

 

Lo schema, che da inizio 2017 ad oggi ogni volta si ripete, inizia con un forte trend rialzista supportato da una trend line in azzurro sul grafico, e termina con la correzione ribassista identificata con le zone ovali rosse, per poi riprendere il trend al rialzo.

Attualmente il valore di scambio è 1235 dollari l’oncia e la linea di supporto del movimento rialzista è stata appena rotta, ovviamente verso il basso. Per i più avversi al rischio, un’ulteriore discesa del prezzo al di sotto dei 1230 dollari l’oncia può sancire l’effettiva correzione.

Tale situazione può essere sfruttata sia shortando e quindi guadagnando dal prossimo ritocco, sia andando long appena la momentanea forza ribassista è terminata, quindi riposizionandosi long ma da un livello più basso, oppure intraprendendo entrambe le strategie.



Potrebbero interessarti anche...
Oro: l’Orso è ancora tra noi, ed è qui per restare…
Analisi grafica
La Redazione 30/04/2018 12:00:18
Oro ed Argento sono letteralmente intrappolati in un “super ciclo orso” ... leggi tutto
Oro: siamo vicini ad un’inversione? I livelli chiave secondo Goldman
Analisi grafica
La Redazione 23/05/2018 14:30:33
L’Oro è pronto per invertire la rotta con una virata al ... leggi tutto
Oro: una situazione esplosiva!
Analisi grafica
Marco Alessandro De Caprio 03/04/2018 08:35:01
L’andamento settimanale dell’oro sta subendo da diverse unità temporali una vera ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli