Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Mais e Soia: in volo con il WASDE



Gabriele Picello Articolo pubblicato il 11/07/2015 02:18:47


Il Mais è balzato ai livelli più alti dell’ultimo anno e lo ha fatto subito dopo la divulgazione del WASDE Report e la Soia ha fatto altrettanto, ma cosa ha scatenato gli acquisti? Leggiamolo in questo breve riassunto dei dati divulgati dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti nella sessione di ieri.

 

 

Come abbiamo detto a dare il via allo “shopping” è stato il WASDE Report, che ha mostrato una revisione a ribasso delle scorte nazionali di Mais pari a 100 milioni di bushels, per un totale di 1.78 bln di bushels: la riduzione della proiezione sulle scorte di Mais si riferisce al cosiddetto “Old Crop” (il vecchio raccolto stagione 2014 - 2015) e si presenta decisamente superiore alle attese degli operatori, che erano per una contrazione di 65 milioni di bushels.

 

Stesso scenario per la Soia, con le scorte nazionali relative alla stagione 2014 - 2015 che sono riviste a ribasso per 75 milioni di bushels, revisione questa che porta il totale a quota 255 milioni di bushels; anche in questo caso la riduzione si è rivelata superiore a quanto atteso dal mercato, che prevedeva una contrazione a 287 milioni di bushels.

 

I prezzi

 

(Analisi grafica disponibile nel video allegato)

 

 

 

La reazione dei prezzi è stata violenta e le quotazioni di Mais e Soia sono istantaneamente precipitate prima di dare il via ad un poderoso recupero, quale è stata la causa di questo movimento?

 

La causa del movimento descritta in precedenza va ricercata nelle stime relative alla stagione 2015 - 2016, che vedono invariate le rese per acro (166.8 bushels per acro per il Mais e 46 bushels per acro per la Soia).

 

In riferimento alla produzione le stime sono per un output di Mais pari a 13.53 bln bushels e di 3.885 bln bushels per la Soia

 

Per quanto concerne il Mais l’USDA ha rivisto a ribasso le stime precedenti di 100 milioni di bushels mentre, per quanto concerne la Soia, abbiamo una revisione a rialzo di 35 milioni di bushels.

  

 

I dati sulle rese della stagione 2015 - 2016 non sono quindi stati ritoccati e proprio questo lascia soddisfatti gli investitori, che ritengono inevitabile, a questo punto, una revisione a ribasso nei reports successivi a causa delle recenti precipitazioni che hanno impedito parte delle operazioni di semina della Soia e potrebbero indurre un deteriorarsi del raccolto di Mais.

 

Frumento

 

Termina le contrattazioni in rosso il Frumento, che non trae supporto dal WASDE Report che evidenzia un incremento delle scorte globali 2015 - 2016 di 12 milioni di tonnellate a causa di una contrazione della domanda in arrivo dalla Cina.



Potrebbero interessarti anche...
Mais e Zucchero saranno i protagonisti dei mercati, ma non il Frumento
Materie Prime
La Redazione 11/08/2017 16:00:28
Gli analisti prevedono ulteriori guadagni per mais, cotone e zucchero, ma ... leggi tutto
Frumento: le quotazioni salgono ancora. Mais in caduta libera
Materie Prime
La Redazione 20/06/2017 08:30:09
La situazione climatica negli States non è sicuramente delle migliori, con ... leggi tutto
WASDE Report: corre il Frumento, deboli Mais e Soia
Materie Prime
Gabriele Picello 10/02/2017 06:00:47
Nella sessione di ieri il Dipartimento dell’Agricoltura statunitense (USDA) ha diffuso ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli