Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Commodity Report del 7 agosto 2017 - Edizione Flash
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 07/08/2017 10:31:07


  I dati mensili sul lavoro in USA relativi al mese di luglio hanno evidenziato un aumento di 209.000 unità (posti di lavoro creati), con un tasso di disoccupazione ai minimi da 16 anni, al 4.3%. Il miglioramento del mercato del lavoro è in contrasto con una serie di indicatori economici che invece evidenziano uno stato di salute non eccellente dell’economia americana. Ad esempio il mercato delle auto è in sofferenza (cresce il tasso di invenduto), ma le borse sembrano voler ignorare i molteplici campanelli d’allarme che giungono quasi quotidianamente. Anche in Europa la situazione viene dipinta come florida ma la domanda è: cosa succederà quando la BCE smetterà il QE, interrompendo il flusso di denaro diretto verso le major della UE, attraverso l’acquisto di qualsiasi titolo obbligazionario venga emesso? Io qualche idea ce l’ho, ma è evidente che i mercati fanno ciò che sono abituati a fare sempre e cioè ignorare completamente le conseguenze di certe azioni o di taluni campanelli d’allarme, salvo poi ripensarci all’improvviso scatenando shock improvvisi. 

Sul fronte materie prime c’è ottimismo. Molti settori infatti stanno beneficiando del dollaro debole e i prezzi aumentano, dal momento che questa condizione le rende più appetibili ai Paesi che utilizzano monete diverse dal biglietto verde. Il Petrolio è ormai in area 50 dollari e le dichiarazioni di analisti e media che vedono i prezzi a 70 si sprecano. Sapete bene come la penso in proposito. A mio avviso il greggio resterà in trading range ampio ancora per qualche mese e i rischi maggiori restano al ribasso. In questa fase siamo al picco stagionale di consumi di benzina in USA e ho iniziato già da giorni a costruire la mia posizione con call vendute in area 65 o meglio, su scadenza giugno 2018. 

Anche sul caffè è in costruzione la strategia con le Call sulle scadenza del 2018, con strike da 220 in su. 

Se vi saranno novità interessanti vi avviserò con interventi flash, il suggerimento è di godervi un po’ di vacanza con portafogli non eccessivamente carichi. I movimento ad agosto possono essere improvvisi e violenti, qualora si innescassero situazioni nuove o turbolenze particolari. 

Aggiornamenti nei prossimi giorni. 

 

 

 

 

 

 

 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 16 gennaio 2017
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 16/01/2017 11:00:24
I mercati iniziano a posizionarsi in modalità “…e adesso vediamo che ... leggi tutto
Commodity Report del 30 gennaio 2017
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 30/01/2017 11:14:29
 I mercati, nonostante le critiche del mainstream verso Donal Trump, stanno ... leggi tutto
Commodity Report del 23 gennaio 2017
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 23/01/2017 10:22:07
Sabato c’è stata la cerimonia di insediamento del nuovo presidente degli ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Giancarlo Dall'Aglio, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli