Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per alcuni dei nostri servizi.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Ulteriori Informazioni
Accetto Nego
Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading | spread trading


Bitcoin e Cryptovalute: nel mirino della BCE



La Redazione Articolo pubblicato il 09/10/2017 21:00:13
I regolatori di tutto il mondo mostrano un crescente interesse verso le ICOs (initial coin offerings), questo è un dato di fatto, ed ora entra in campo anche la BCE...

 

I regolatori di tutto il mondo mostrano un crescente interesse verso le ICOs (initial coin offerings), questo è un dato di fatto, ed ora entra in campo anche la BCE con Ewald Nowotny (membro del consiglio direttivo, vedi immagine a seguire) che è l’ultimo ad esprimere la sua opinione in merito alla questione.

 

La BCE, in sostanza, sta discutendo la possibilità di introdurre restrizioni legali concrete in quanto l’aumento dell’interesse rivolto alle valute digitali come il Bitcoin è giudicato come “pericoloso e profondamente dubbio”.  Allo stato attuale non è ancora chiaro quali siano le restrizioni legali di cui parla Nowotny e nemmeno il grado di influenza sulle ICOs da parte della BCE ma, invece, risulta molto chiaro che la Banca Centrale si presenta molto scettica a proposito di questa tecnologia appositamente creata per uscire dagli schemi tradizionali.

 

Cina e Corea del Sud sono già passate all’azione bloccando l’attività di numerosi exchange ed asserendo che è necessaria una regolamentazione ben precisa per questi strumenti, anche se, a ben guardare, nulla si sa dei criteri che Bitcoin e le altre valute digitali sarebbero tenuti a rispettare per conformarsi ai criteri stabiliti dai governi delle nazioni in oggetto.  La stessa cosa si accinge a fare la Svizzera, che ha avviato accurate indagini su alcune ICOs ed un avvertimento simile è stato lanciato dalla SEC statunitense.

Le ICOs hanno subito una battuta d’arresto nel mese di agosto a seguito delle affermazioni della SEC, ma poi si è assistito ad una ripresa in grado di mostrare come gli sviluppatori non siano poi così intimoriti dal contesto mondiale.

 

Fonte Bloomberg

 

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
BitCoin, Trading Range creato: i prezzi secondo Paolo Barrai
Materie Prime
La Redazione 07/01/2017 15:32:32
Potreste pensare che è troppo e che solo un folle potrebbe ... leggi tutto
BitCoin: cosa sta accadendo, chi compra , e perchè, la Cryptovaluta!
Materie Prime
La Redazione 07/01/2017 10:00:51
Il BitCoin è per sua stessa natura decentralizzato e non fa ... leggi tutto
Bitcoin, Ok il prezzo è giusto! O forse no?
Materie Prime
Armando Madeo 02/09/2017 10:00:12
Il lettore che è all’oscuro di tutto circa il mondo delle ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli